Utente
Buonasera e buon natale.
Grazie in anticipo per qualsiasi risposta.


Premetto di essere un ragazzo ansioso.
Da gennaio ho sviluppato la paura di poter avere la sclerosi multipla che all'epoca esclusero solo due medici di base.
In realtà anche io mi accorgo che all'epoca si trattava di semplici somatizzazioni.


La mia ansia e la mia paura di poter avere la sclerosi multipla, la SLA o un tumore al cervello continuarono per mesi e a maggio inizia a sentire dei formicolii alle braccia con bruciore.
Dopo qualche giorno è comparsa anche una sensazione di debolezza ad entrambi gli arti superiori.

Dopo qualche mese, visto che il sintomo persisteva, escluse problematiche posturali o compressive con ENG, effettuai a settembre visita neurologica con esito negativo, diagnosi ansia.

La mia paura non è andata via, cosi dopo due mesi effettuai una seconda visita neurologica da un altro neurologo.
Anche li l'esito fu negativo ma per scrupolo il neurologo mi invitò a sottopormi ad una risonanza magnetica.
Nell' attesa effettuai un'altra visita neurologica (presso lo stesso neurologo che mi visitò a settembre) e anche lì l'esito fu negativo.

Anche la risonanza risultò negativa (0, 3 Tesla) e visto che ho letto che l'intensità doveva essere di almeno 1, 5 T, chiamai il neurologo e mi disse che comunque se ci fosse stato qualcosa di sospetto si sarebbe visto anche a 0, 3 T e che se avessi voluto sottopormi ad una 1, 5 potevo farlo ma lui pensa che l'esito sarebbe lo stesso.

Detto ciò, il sintomo persiste: presento debolezza e movimenti involontari alle dita della mano destra specialmente in fase di addormentamento e qualche volta anche di giorno.
é presente un formicolio alla mano sinistra e a volte a quella destra e poi bruciori sparsi più a sinistra che a destra.
La debolezza comunque non è mai stata obiettivata e riesco comunque ad allenarmi e sollevare pesi con la forza di sempre, mi alleno anche 5 volte a settimana per 2/3 ore.
Non presento né fatica né stanchezza ne deficit motori o di sensibilità.

Nei prossimi giorni sentirò i neurologi per decidere sul da farsi ma nel frattempo, con i limiti di un consulto a distanza, può trattarsi di ansia.
Ciò che mi preoccupa sono questi movimenti involontari alle dita delle mani, è vero che possono essere conseguenti ad una lesione dei nervi?


Vi ringrazio

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazzo,

la sintomatologia descritta sembrerebbe di origine ansiosa, infatti due visite neurologiche negative più la RM, anche se a basso campo magnetico, dovrebbero avvalorare l’ipotesi ansiosa.
"Non presento né fatica né stanchezza ne deficit motori o di sensibilità", pertanto stia tranquillo.

Cordiali saluti e auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore la ringrazio per la riposta.

Volevo porle un’ultima domanda...

Consapevole che a distanza non ci si possa esprimere con attendibilità alcuna...volevo chiederle se l’ENG che ho effettuato ( esito nella norma) due settimane.e mezzo dopo l’esordio dei sintomi avrebbe potuto escludere un eventuale compressione dei nervi al gomito.

Le faccio questa domanda perché spesso ho un bruciore al gomito, formicolii in zona ulnare e il tutto è insorto dopo un allenamento in cui ho proprio forzato il braccio.

Cordiali saluti e buona domenica

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazzo,

dopo poco più di due settimane dall'insorgenza della sintomatologia l'ENG non sempre evidenzia segni di compressione nervosa al gomito, a volte è necessario un tempo maggiore.
Buona domenica anche a Lei.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio...
mi correggo.., l’ENG è stata effettuata a quasi 4 settimane...c’è comunque la possibilità di un falso negativo?

Buona domenica

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazzo,

è possibile, sempre che ci sia una compressione, che non sia tale da causare alterazioni evidenziabili all'esame elettroneurografico.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio, è stato molto gentile.

Ultima domanda: il fatto che io non avverta alterazioni di sensibilità o deficit di forza oggettivati dal neurologo può indicare che la compressione è appunto, lieve e quindi non si palesi alla ENG?

Buona serata e grazie in anticipo

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
È quanto detto alla #5.
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Gentile dottore...
Buonasera e scusi se torno a disturbarla...

Volevo chiederle se il nervo mediano risenta in qualche modo del ripetuto tenere i gomiti poggiati contro la scrivania o se questo é un problema che interessa di più il nervo ulnare...?

Glielo chiedo perché presento formicolio a tutte le dita e in più punti della mano...a destra è intermittente e più lieve mentre a sinistra è più costante...

Buona giornata

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Per il prolungato appoggio dei gomiti su superfici dure prevalentemente è interessato il nervo ulnare ma se le dita interessate sono tutte non si può escludere un'origine cervicale del disturbo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
La ringrazio....
Quindi lei esclude che vi possa essere una compressione del mediano al gomito causata da appoggio continuo sui gomiti?
I sintomi che avverto sono formicolio principalmente zona ulnare 4/5 dito e nella parte esterna della mano. Poi meno frequentemente formicolio al centro della mano poco sopra il polso e alle tre dita. Lieve perdita di forza, soggettiva, come hanno definito i neurologi. Bruciore al gomito spesso quando lo tengo poggiato contro qualche superificie dura.

Può esserci una compressione al gomito,con i limiti di un consulto a distanza?

Problemi cervicali esclusi con RM (0,3 T)...

Può trattarsi di sclerosi multipla?

Grazie

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non è un sintomo tipico di sm.
Dopo qualche mese dall’inizio della sintomatologia può effettuare un'ENG.
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno....

In seguito al suo ultimo messaggio mi sono recato presso il curante. Ho richiesto di ripetere la risonanza per effettuarla ad alto campo ma egli me l'ha sconsigliato in quanto ne avevo fatta una a novembre e quindi voleva evitare per il momento...mi sono anche recato da un fisioterapista ed egli pensa che possa esserci una compressione al gomito per tanto mi ha indicato degli esercizi di neurodinamica e (su consiglio del neurologo) mi è stato prescritto Normest (integratore),....vedrò come andrà....
Il neurologo sosteneva che un'altra RM non era strettamente necessaria in quanto la sintomatologia che presentavo era sfumata e poi in teoria, anche a 0,3 qualcosa si sarebbe visto...

Lei cosa ne pensa del tutto?

La ringrazio, buona giornata

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Le confermo quanto detto nella prima risposta che poi è quanto Le ha detto il neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente
Grazie mille.

Le pongo un’ultima domanda: per quanto riguarda la sensazione di bruciore causata da un determinato nervo ad esempio ulnare, essa si presenta necessariamente in prossimità del nervo (ad esempio parte laterale del braccio nel caso dell’ulnare) o può manifestarsi in qualsiasi punto dell’avambraccio?

Buona serata

[#15]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ovviamente dal lato ulnare e le ultime due dita se è interessato questo nervo.
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente
La ringrazio...

Volevo sottoporre un sintomo alla sua attenzione: alla stessa mano in cui ho la debolezza, avverto come delle contrazioni muscolari non dolenti...come delle fascicolazioni ma non c’è un tremore continuo come in quel caso...solo una contrazione singola.
Può essere un sintomo di SM, collegato a quelli che già presento allo stesso braccio?
Può essere un sintomo ansiogeno o magari collegato alla compressione dei nervi?

Concludo dicendo che tale sintomo è insorto dopo un po’ di allenamenti in cui ho forzato le braccia e si accentua sempre dopo gli allenamenti...

Buona serata

[#17]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazzo,

è possibile che siano fascicolazioni sporadiche, Le ricordo che lo sforzo fisico potrebbe essere una delle svariate cause di fascicolazioni.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente
Gentile dottore la ringrazio,

Purtroppo ormai è un anno che ho paura di avere la sclerosi multipla. È iniziato tutto da un prurito diffuso a tutto il corpo e parestesie ai 4 arti. Da lì mi sono fissato a qualsiasi sintomo anche innoquo. Adesso mi trovo con 3 visite neurologiche negative ed una risonanza a 0.3 T nella norma. Ma la mia paura mi sta rendendo la vita impossibile.

Buona domenica

[#19]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Per stare meglio deve curare l’ansia altrimenti è difficile uscirne da soli e conseguentemente la qualità della vita non sarebbe delle migliori.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente
La ringrazio per il supporto.

Volevo chiederle infine se, queste fascicolazioni localizzate al braccio sono suggestive di SM nella fase d’esordio....

Mi scusa per la ripetizione della domanda, ma l’ansia si fa sentire

Buona giornata

[#21]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Le fascicolazioni non sono un sintomo tipico di esordio della SM.
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente
La ringrazio.

Infine volevo chiederle se, visto che il sintomo persiste da 7 mesi al braccio sinistro, ma a destra si è risolto in poco tempo (1 mese), questa persistenza potrebbe far pensare ad una Sm primariamente progressiva? O la remissione del sintomo a destra la escluderebbe eventualmente?

Buona serata, tolgo il disturbo

[#23]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Lei non ha una diagnosi di SM e già parla di forma progressiva???
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente
Era un dubbio che mi è insorto vista la costanza del sintomo da 7 mesi a questa parte....comunque mi sembra di capire che non è orientato in quella direzione...

La ringrazio

[#25]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
È il neurologo a cui si è rivolto che non è orientato in quella direzione e che ha avuto l’indubbio vantaggio di averla visitata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro