Vorrei capire quale specialista consultare dati i sintomi che sto rilevando

Buongiorno,
Sono un ragazzo di 27 anni in complessive positive condizioni di salute.
Circa tre giorni fa ho accusato un dolore che dalla zona dell'osso sacro si irradiava lungo la gamba sinistra.
Essendo il dolore abbastanza forte, ho applicato la schiuma di Artrosilene sulla gamba, che ha fatto passare il dolore.
E' comunque rimasto (in particolare dopo aver camminato) una sensazione di fastidio sopra l'osso sacro, in particolare al risveglio (quindi dopo assoluto riposo).
Essendomi svegliato con un braccio lievemente intorpidito (a ripensarci ex post probabilmente si tratta della postura notturna) e soffrendo di una discreta ipocondria, mi sono recato al pronto soccorso temendo che si trattasse di un problema di origine neurologica.
Lì non ho avuto modo di essere visitato dal neurologo, ma mi è stata fatto un rx lombo-sacrale per valutare eventuali fratture (con esito negativo).
La sera stessa è aumentato il dolore, poi passato con l'assunzione di un Brufen.

Il dolore (misto al fastidio e a un generale indebolimento muscolare) va e viene, ma ciò che mi ha preoccupato è un lievissimo formicolio nelle mani, non accompagnato da perdita di sensibilità o di difficoltà a muovere gli arti.
Nella mattinata di oggi ho avvertito un lieve senso di bruciore sparso sulla pelle, ma ammetto che sia il formicolio che il bruciore tendono ad alleviarsi se mi concentro su altro, e ad aumentare se mi concentro su di loro.
Premetto che ho avuto molta paura che questi sintomi potessero essere riconducibili ai primi segnali di sclerosi multipla, ma dal consulto con il medico del pronto soccorso è emerso che muovo troppo bene gli arti perchè sia un problema riconducibile a quell'origine.
Altra precisazione: non ho nessun problema nè nella deambulazione nè nell'equilibrio, e riesco a controllare tutti gli arti.

In che direzione mi consigliate di muovermi?
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 65,9k 2k 23
Gentile Utente,

faccia una visita neurologica e una RM lombosacrale, eventuali altri esami saranno richiesti dal collega se ritenuti utili in base ai riscontri della visita.
L’ipotesi diagnostica a distanza infatti riguarda una possibile origine dalla schiena del problema agli arti inferiori.
Riguardo i formicolii, sembrerebbero di origine ansiosa ma il neurologo verificherà meglio.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio molto per la disponibilità e la solerzia, provvederò a prenotare un consulto neurologico.
Cercando di ascoltarmi meglio mi rendo conto anche io che i formicolii potrebbero essere di origine ansiosa, perchè al risveglio l'unico sintomo che persiste è un fastidio in prossimità dell'osso sacro, e nient'altro. Tutto il resto subentra nel corso della giornata, e in maniera molto intermittente, con una tendeza ad aumentare se mi concentro sul sintomo, alla ricerca di una patologia ad esso collegato.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 65,9k 2k 23
Prego, buona serata.

Dr. Antonio Ferraloro

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa