Utente
Salve a tutti egregi Dottori, Vi scrivo per richiedere un Vs consulto riguardo a delle fitte che ho alla testa. Ogni tanto senza apperente motivi avverto delle fitte lancinanti nella parte superiore della testa emisfero sinistro lobo frontale. I dolori sono paragonabili a punture molto forti che durano qualche secondo massimo 10 e che durante la giornata possono verificarsi anche 10 15 volte. Una volta terminate non mi lasciano indolinzimenti e sembra come se non le avessi mai avute. Succede a volte che non le avverto per qualche mese per poi ricomparire dal nulla senza apparenti motivi. Soffro di questo problema da circa un anno e ho fatto qualche mese fa una visita neurologica risultata negativa e a detta del medico si tratterebbe di nevralgie di natura sconosciuta alle quali far fronte con l'uso di blandi antinfiammatori come efferalgan o aspirina. Una rmn o una tac a detta sua non è necessaria in quanto non è presente alcun altro segno. Ora io mi chiedo e Vi chiedo è possibile che una persona debba subire questo tipo di dolore senza poter fare nulla? Preciso che quando mi prendono ravvicnati sono veramente fastidiosi quasi da interrompere le attività svolte. Poi Vi chiedo è possibile che si tratti di nevralgie? o mi devo preoccupare ed eseguire indagini piu approfondite? Grazie dell'attenzione.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
da quanto lei scrive, sono d'accordo col neurologo che l'ha visitata. Infatti questa modalità di dolore è tipica delle nevralgie. Fino a quando si mantengono irregolari come frequenza è corretto il consiglio terapeutico del suo neurologo (antinfiammatori). Se dovesse aumentare la frequenza per periodi più prolungati si potrebbe prendere in considerazione una terapia preventiva a base di farmaci completamente diversi. Mi pare di capire che attualmente non siano concentrati in un lasso di tempo di molti giorni. Mi corregga se sbaglio.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Egr Dott. Ferraloro grazie innanzitutto per la tempestiva risposta. Voglio precisare che ultimamente si protraggono per periodi piu lunghi ora per esempio sarà piu di un mese che vanno e vengono, mentre prima duravano meno. Vorrei aggiungere che se tocco la testa molto piano in quel punto avverto un leggero fastidio paragonabile al dolore ma di intensita infinitamente minore, se invece tocco forte non sento nulla... Come potrei risolvere? Trattasi di nevralgie quindi? Grazie ancora.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
il suo problema ha le caratteristiche della nevralgia, compreso il lieve dolore alla compressione.
Se come mi dice, il periodo attuale degli attacchi è superiore al mese potrebbe utilizzare altri farmaci che dovrebbero agire come prevenzione. Ne parli al suo neurologo e veda se è d'accordo.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
In effetti il Neurologo mi ha parlato di un qualche altro farmaco ma me li ha sconsigliati in quanto danno sonnolenza e effetti collaterali simili se non ricordo male... Quindi non è necessario proseguire con altri accertamenti secondo lei? E se posso chiedere, queste nevralgie da cosa dipendono? Grazie.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
questi farmaci se assunti con gradualità e a dosi non eccessive spesso non danno gli effetti collaterali di cui parlava lei. Non penso occorrano ulteriori accertamenti.
La causa di tali nevralgie a volte è sconosciuta (in tal caso si parla di idiopatiche), a volte esiste un conflitto neuro-vascolare (è il caso di quasi tutte le nevralgie del trigemino), a volte infiammatoria.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Grazie Dr. Ferraloro, allora in caso di continuazione dei dolori provvedero' a farmi prescrivere qualche farmaco di questi... Grazie ancora, cordiali saluti.