Utente
Buongiorno, sono la mamma di un bambino di 20 mesi... Il bambino ha seguito tutte le tappe fondamentali nel primo anno di vita, ha sorretto la testa molto presto, si è attaccato correttamente al seno, ha camminato a 12 mesi... indica ciò che vuole mostrarci e indica la cosa che vuole in quel momento, è molto affettuoso e ricambia il sorriso, ci guarda negli occhi e gioca con la sorella di 5 anni a cui è molto legato...è molto attaccato a noi genitori e infatti vuole molto spesso stare in braccio e chiede attenzioni...diciamo che.
È un bambino molto presente... si gira se chiamato e capisce tutto ciò che gli viene detto e chiesto...Il pediatra gli ha fatto il test dell’autismo e lo ha superato... gli ha mostrato una tavoletta con le figure che non si vedevano bene e, alla secondo volta, ha indovinato ciò che gli era stato chiesto dal pediatra... Ci sono due cose che mi preoccupano in lui, la prima è che dirà si è no 4 parole, ovvero mamma, babba (che sta per babbo), tata, nonna, Nanna, brum (il verso della macchina), qualche versetto degli animali ma non benissimo... Il pediatra ha detto che per adesso non devo preoccuparmi perché lui capisce tutto e di pensarci eventualmente a 2 anni... Mi ha detto che se non fosse stato per il covid, mi avrebbe consigliato il nido per spronarlo un po’... in più, proprio in questa ultima settimana, ho notato un altra cosa che prima faceva di rado e invece adesso si è accentuata...Cammina sulle punte... non tutto il giorno ma spesso.
, ho letto che questi due cose, ritardo del linguaggio e il camminare sulle punte, sono considerati fattori di rischio dello spettro autistico... mi sto iniziando a preoccupare:.

Grazie a chiunque vorrà dedicarmi il suo tempo...

[#1]  
Dr. Flavio Gioia

24% attività
20% attualità
0% socialità
CORATO (BA)
RUVO DI PUGLIA (BA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2020
Il segno più attendibile dell'autismo è una importante difficoltà nel relazionarsi con gli altri, elemento che non traspare dalla descrizione del bambino (che sorride, vi cerca, è affettuoso).
La deambulazione sulle punte può essere una fase transitoria a questa età. Comunque, vista la presenza di un ritardo del linguaggio (seppur lieve), ritengo opportuno monitorare il suo sviluppo non solo con il pediatra ma anche con il neuropsichiatra infantile che potrà consigliarvi le modalità più idonee per stimolare lo sviluppo di suo figlio.

Cordiali saluti
Dr. Flavio Gioia