Utente
Presento subito la mia situazione. Ho 38 anni. Faccio il fotografo e lavoro spesso davanti al computer. Ultimamente la vista all'occhio sinistro è peggiorata con un eccessivo arrossamento, fastidio eccessivo alla luce e al vento, stanchezza e secchezza (tutte cose che un tempo mi succedevano quando ero raffreddato o allergico al polline e che non si erano più presentate). L'occhio destro, non mi da alcun fastidio. All'ultimo esame, la miopia è peggiorata di 0.50 e ora la differenza fra il destro e il sinistro è di una diottria, al ché non mi permette più di leggere bene. Otto mesi fa avevo fatto una visita oculistica perché non ne potevo più di vedere tutte quelle strane macchie scure, tipo polvere che si muovevano su e giù durante la visione. Ma la cosa di cui sono realmente preoccupato è che quando sono stanco o la pressione tende un po' ad abbassarsi, la visione di un film mi sembra quasi che sia tridimensionale e in rare occasioni mi compaiono strane macchie che sembrano a forma di cristalli o il centro della visione mi sembra appannato. Voglio precisare che per giovedì 23 ottobre mi farò visitare da un'oculista ma nel frattempo vorrei conoscere un vostro parere (e speriamo che non sia nulla di grave).
grazie

[#1]  
Dr. Marco Leozappa

24% attività
0% attualità
12% socialità
BRINDISI (BR)
SAN VITO DEI NORMANNI (BR)
BARI (BA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
I sintomi che lei riferisce fanno pensare a una condizione di aura oftalmica, ossia una condizione che puo' precedere un attacco di cefalea ma puo' anche non esserne seguito e restare come sintomo isolato.
Esso si manifesta appunto in questo modo "bizzarro", con visione di strane figure che si muovono o appannamento visivo. In genere sono disturbi transitori che appunto possono restare isolati oppure lasciare poi "spazio" all'insorgenza di cefalea.
In questo caso i disturbi visivi sono transitori, poi si risolvono per poi ritornare in modo ciclico, ma in ogni caso sono forme risolvibili.
Un esame del fondo oculare escluderà comunque qualsiasi altro disturbo, ma se le cose stanno cosi' come descrive puo' stare tranquillo.
Cordiali saluti.
Dr. M. Leozappa, Dirigente Medico Oculistica Ospedale Perrino Brindisi ; S.Vito dei N. (Br) v.C.Battisti 4;
Tel 333 3176670