Congiuntivite grave

Buongiorno,
ringraziando anticipatamente per la disponibilità, procedo con l'esporre il mio problema.
Il primo sintomo lo ebbi un'estate di 7 anni fa, quando una forma di congiuntivite abbastanza forte iniziò a farsi viva, andai da un oculista che mi prescrisse 2 colliri, di cui uno cortisonico, che nel giro di 15 giorni mi fece scomparire tutto. L'anno successivo, verso fine febbraio, la congiuntivite tornò e durò fino alla fine di settembre. Da qui in poi è tornata puntuale in questo arco di mesi, andando ad aumentare nella sua forza nel corso degli anni. La congiuntivite è in una forma molto fastidiosa: occhi sempre arrossati, secrezione composta da "fili bianchi" attorno alla cornea, gonfiore, elevatissima emissione di liquido soprattutto durante la notte, nella quale mi sveglio numerose volte per via del dolore e del fastidio dato da quel liquido. Inoltre raggiungo l'apice quando mi vedo costretto a tenere l'occhio premuto con un fazzoletto per un giorno intero per il dolore nell'alzare la palpebra, e al primo raggio di luce che entra inizio a lacrimare pesantemente. Nel corso di questi 7 anni ho cambiato per diversi motivi 4 oculisti, i quali hanno sostenuto che fosse una congiuntivite allergica, dovuta appunto ad un'allergia. Di conseguenza ho svolto 1 volta esami per intolleranze alimentari per via venosa, 3 volte esami per allergeni da inalazione per via cutanea e 1 volta per via venosa. Tutti questi esami non hanno dato esito positivo rilevante, e da qui nasce la mia perplessità su una causa allergica: la congiuntivite si presenta puntualmente con il sole. Mi spiego meglio: inizia con le giornate soleggiate, e dura anche col buio. Sparisce poi totalmente con l'arrivo dell'inverno ma per 3 volte a gennaio mi sono recato in vacanza in Egitto e dopo la prima notte passata indenne, la mattina seguente ritorna nel suo pieno delle forze, come se fosse estate in Italia!
Per quanto riguarda i colliri utilizzati, che sono stati circa una trentina, gli antistaminici non sono mai riusciti a darmi sollievo, mentre gli unici sono stati i cortisonici, ricchi però di controindicazioni.
Come dovrei agire? Devo escludere totalmente la causa allergica? E visto che il mio unico problema sembra essere il sole, cosa si può fare? Esistono lenti specifiche?
Ringrazio ulteriormente per la disponibilità.
[#1]
Attivo dal 2007 al 2010
Oculista
Carissimo,
lei sta descrivendo una classica congiuntivite iperergica disreattiva di Parinaud!
Inizia con una classica allergia d febbraio a settembre,è nettamente esacerbata dall'esposizione al sole e se ha tendenza alla cronicizzazione...a qualsiasi esposizione al sole di qualsiasi periodo dell'anno!
Infatti si instaura un meccanismo di fotoreattività ipererfica alle esposizioni solari!
Un caro saluto
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per l'immediata risposta Dottor Siravo.
Ammetto che notare la presenza di una minima spiegazione al mio problema sia di gran sollievo, volevo chiederLe però semplici delucidazioni:
1) è sicuramente dovuta ad un allergia?
2) esistono rimedi o devo solo evitare il sole?
3) nel caso la Sua idea sia corretta, è un problema che può sparire o viceversa diventare più grave?
Molte Grazie ancora una volta.
Cordiali Saluti.
[#3]
Attivo dal 2007 al 2010
Oculista
Carissimo,
ne vedo tanti di casi come i suoi!
Rispondiamo step by step:
1)SI
2)è consigliabile evitare i sole o usare filtri idonei(spesso monofrequenziali)alle esposizione specialmente repentine ed esistono rimedi preventivi!
3)se ben monitorata la situazione non solo non peggiora,ma può migliorare con il passare degli anni e quindi "invecchiando",per una riduzione fisiologica della immunoreattività.
Un caro saluto
[#4]
dopo
Utente
Utente
Meno male, non sono l'unico!!!
Mi rattrista solamente vedere che è dovuto a un'allergia, ormai non so più cosa fare per trovare quella giusta.
Grazie di tutto Dottor Siravo,
Cordiali Saluti.

La congiuntivite: quali sono le cause (batterica, virale o allergica) e i sintomi più comuni (occhi rossi, prurito, gonfiore). Come riconoscerla e come si cura.

Leggi tutto

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa