Utente 285XXX
Salve ho 38 anni 39 a settembre, da gennaio che vivo una sorta di calvario, è iniziato tutto con delle vertigini parossistiche posizionali che sono durate per oltre un mese, e che ancora oggi mi lasciano nei cambi di posizione delle sensazioni di vuoto alla testa, inoltre in concomitanza con le suddette ho iniziato a soffrire di acufeni, fra i mille accertamenti fatti c'è stata anche la visita oculistica, dal quale è stata riscontrata una maculopatia all'occhio sinistro. Ieri ho fatto una visita nel centro di maculopatia dell'ospedale britannico e il dottore mi ha segnato di fare una fluoroangiografia per capire dove ci sia l'infiltrazione di liquido sotto la retina per poi intervenire con la laser terapia, rischio di perdere la vista dell'occhio o le probabilità di buona riuscita della terapia sono buone? sono una persona piuttosto ansiosa e ipocondriaca, e a causa di questo e di questi malesseri, ho di frequente una sorta di attacchi di panico (tachicardia, fame d'aria, sudorazione e tremore), e a seguito delle visite fatte con il neurologo per le vertigini mi ha segnato per aiutarmi un antidepressivo da prendere alla sera (elopram 10gocce) e un ansiolitico al bisogno (frontal 10 gocce). Ho letto che ci sono diverse controindicazioni e ho paura che soffrendo di queste crisi di panico anche se non gravi, si possono amplificare a seguito dell'esame creando problematiche più serie. Pensate che sono sensate le mie preoccupazioni? inoltre prima di effettuare l'esame è possibile prendere le gocce di frontal, cosi da aiutarmi a gestire l'ansia? tachicardia e fame d'aria sono i due aspetti che mi mandano la testa in palla agitandomi ancora di più.
Grazie infinite

[#1]  
Dr. Enzo D'Ambrosio

36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Salve,

vertigini, acufeni e "maculopatia" sierosa possono essere i segni di una specifica sindrome uveitica. dovrebbe approfondire questo aspetto prima di fare un trattamento. si rivolga al centro uveiti
Lei comprende che un consulto online può essere solo indicativo non diagnostico e che pertanto le sue domande non possono che trovare risposta solamente dopo che uno Specialista l'abbia attentamente ascoltata e visitata. Se successivamente necessita di chiarimenti saremo a disposizione.

Mi faccia sapere eventuali novità.

Cordiali Saluti
Dr. Enzo D'Ambrosio - Centro Mediterraneo Uveiti
Centro Oftalmico D'Ambrosio - Taranto
www.centroftalmicodambrosio.eu - cercaci su Fb!