Utente 567XXX
Buongiorno,

Ho effettuato una cura con netildex per 5 giorni ambo gli occhi e a distanza di 1 mese ripetuta con 2 gocce al giorno 3 volte al giorno per 10 giorni in ambo gli occhi.
Il rossore oculare è diminuito solo ora gli occhi bruciano continuamente specialmente appena alzato vedo filamenti neri davanti agli occhi e una senso di visione dei colori fastidiosa inoltre fissando un oggetto e chiudendo gli occhi sembra di trascinarmelo.

Associazione netildex ha potuto portare a questa sintomatologie? Cosa potrebbe essere? Appena mi alzo già mi deprimo.. vi ringrazio.

[#1]  
Dr. Vincenzo Orfeo

24% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Gentile utente, la visione dei filamenti neri che lei lamenta non è in relazione alla congiuntivite che ha avuto e neanche alla terapia con Netildex che lei ha fatto. Lei vede dei filamenti vitreali che sono opacità localizzate nel vitreo che, poichè navigano in un gel acquoso, sembrano galleggiare. Si muovono anche aldilà dei movimenti che i suoi occhi fanno. Però non è una cosa da sottovalutare perchè, seppure nella maggioranza dei casi tendono a ridursi spontaneamente e non costituiscono un danno per l'occhio, in una minima percentuale di casi possono essere il segno di una trazione del vitreo sulla retina che ha determinato una rottura o una emorragia sulla retina. E' quindi importante tornare dal suo oculista e farsi fare un controllo approfondito del fondo oculare. Solo così può star tranquillo che questi fenomeni, pur fastidiosi, non diano problemi seri nel tempo.
Cordiali saluti
Prof. Dr. Vincenzo Orfeo
Direttore U.O.Oculistica Clinica Mediterranea, Napoli
Prof. a contr. Scuola Spec.Oftalmologia Università di Trieste

[#2] dopo  
Utente 567XXX

Salve gentilissimo dottore.

Ora da un paio di giorni è sopraggiunto anche dolore all occhio destro tipo delle fitte e ho mancanza di acutezza visiva.

Dall oculista sono andato per un controllo dopo la cura con il netildex per 10 giorni gli ho elencato le problematiche ma non mi ha fatto ne fondo oculare ne misurato la pressione dell'occhio.

Il problema è che i corpi mobili vitreali già li vedevo in precedenza ma mi ero abituato, era solo l'occhio destro un po rosso non bruciava ne faceva male .
Dopo essermi recato dall oculista(forse frettolosamente) e aver iniziato la cura con netildex monodose per 5 giorni due gocce all occhio sinistro e 4 al destro diminuita al 3 giorno perche gli occhi bruciavano sotto consiglio dell oculista ho diminuito la dosa e interrotto.

Da li sono iniziati a bruciare...tornato dall oculista con il rossore ritornato mi ha riprescritto la cura per altri 10 giorni avendomi trovato un piccolo calazio all occhio destro.

Pensavo migliorasse invece la situazione è peggiorata, ovvero mi alazavo al mattino e non riuscivo ad aprire gli occhi con bruciore incessante che ancora continua.

Il netildex aumenta la pressione oculare e può causare glaucoma ,essendo io ipermetrope e quindi avendo un occhio già delicato mi chiedo come mai prescrivano cortisone come goccie di acqua avendo letto che in soggetti con forte ipermetropia o comunque già con piccoli problemi quali miodiopsie è consigliato effettuare il test di becker.

Da precisare che non mi permetto di prendere il posto di un dottore , e solo che mi sembra tutto strano, ed il tutto è molto fastidioso.

Secondo lei mi conviene chiedere altro parere? Questa sensazione di pugno in un occhio e dolore tipo fitte la sensazione di dovermi sforzare a leggere può essere dovuto a un aumento della pressione oculare?inoltre quando leggo vedo i contorni delle lettere sfumate specialmente su pc.
ho interrotto ormai da una 10 di giorni la cura con il netildex.

Purtroppo capisco che a distanza non si può fare molto ma la ringrazio per la disponibilità.

[#3]  
Dr. Vincenzo Orfeo

24% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Quando si assume del cortisone in collirio ci può essere anche la possibilità di un aumento della pressione oculare. E' ovvio che bisogna controllare la pressione per sapere se lei ha risposto al trattamento cortisonico con un aumento di pressione. In ogni caso, con la sospensione del cortisone, nella maggioranza dei casi la pressione torna normale. Il consiglio è di controllare la pressione e fare un fondo oculare. Nel frattempo beva abbastanza acqua per migliorare l'idratazione del vitreo. Cordiali saluti
Prof. Dr. Vincenzo Orfeo
Direttore U.O.Oculistica Clinica Mediterranea, Napoli
Prof. a contr. Scuola Spec.Oftalmologia Università di Trieste

[#4]  
Dr. Daniele Di Clemente

28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
nessuna interazione tra la terapia con Netildex coll e la visione di filamenti neri nel campo visivo.
Questi ulimi sono, nella maggior parte dei casi , legati a fenomeni di disgregazione vitreale.
Cmq è necessario effettuare un esame del fundus oculi per controllare in modo accurato le condizioni vitreoretiniche, non potendosi escludere, dai dati in nostro possesso, una patologia retinica misconosciuta
Cordiali saluti
DDC
Dr. DANIELE DI CLEMENTE

[#5] dopo  
Utente 567XXX

Salve vi ringrazio per le risposte,

Ho fissato appuntamento con oculista.

Volevo chiedervi dato che soffro di dermatite seborroica l uso del cortisone a livello oculare puo aver provocato un peggioramento di essa avendolo poi interrotto? Vi puo essere un collegamento?

Vi ringrazio ancora.

[#6]  
Dr. Vincenzo Orfeo

24% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
No, anzi. Il cortisone è indicato nella dermatite seborroica. Comunque il suo uso locale non può interferire sulla dermatite nè in senso positivo nè in senso negativo.
Cordiali saluti
Prof. Dr. Vincenzo Orfeo
Direttore U.O.Oculistica Clinica Mediterranea, Napoli
Prof. a contr. Scuola Spec.Oftalmologia Università di Trieste

[#7] dopo  
Utente 567XXX

La ringrazio per la risposta ,

Ad ogni modo il cortisone purtroppo almeno nel mio caso per la ds non è sembrato "curativo" sono più gli effetti re bound e l'indebolimento della superficie cutanea che gli aspetti positivi, purtroppo non ci sono cure se non l'applicazione di pomate delicate per la pelle e il sole (almeno così ho avuto modo di constatare).

Ad ogni modo tornando al campo oculistico , sono tornato dall'oculista e mi ha effettuato la tonometria oculare ma l'ha trovata nella norma ovvero di 13 mmhg per occhio .
Per il dolore ha detto di usare tachipirina.
Non ha effettuato il fondo oculare perchè per lui non ve n'era bisogno.
Nel frattempo mi sveglio sempre con bruciore oculare e cattiva visione degli oggetti come se apparissero sfumati specialmente quando sono al pc con persistente bruciorini e sensazione di perdita di avutezza visiva.
Ho prenotato altra visita per effettuare il fondo oculare.
Secondo lei può trattarsi di problemi inerenti la superficie oculare o cosa potrebbe essere a suo parere.
So che forse sono insistente ma l'uso del netildex nella mia più totale ignoranza può aver portato ad un peggioramento della situazione?
Ho notato un peggioramento dopo la cura.

Aggiungo che soffro di colite da 2 o 3 anni anch'essa apparentmente incurabile ho girato molti specalisti.