Utente 574XXX
Salve,
Poiché ho fatto una selezione per lavorare come conducente di aubus pubblici e non ho passato la visita oculistica dato che porto gli occhiali, vorrei fare ricorso, ma non riesco a capire se il limite delle mie diottrie rientra nel limite delle diottrie concesse dal D.M. 88 del 23 febbraio 1999.

Il decreto dice che le correzioni ammesse sono  +1D/-2D per lenti sferiche max differenza 2D.

Lenti cilindriche ammesse se efficaci e tollerate con gli stessi limiti diottrici.

Le mie lenti hanno a destra -0, 50 Sf e -1, 25 Cil con Asse 110 e a sinistra -0, 50 Sf e -2 Cil con Asse 75.

Potreste delucidarmi cortesemente e dirmi se effettivamente supero i limiti imposti dal decreto?

Resto in attesa di una risposta e ringrazio per la disponibilità.

[#1]  
Dr. Paolo Perri

20% attività
16% attualità
8% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
In effetti sembrerebbe che la sua correzione non superi i limiti imposti dal concorso
Forse il visus non è sufficiente oppure ci sono problemi concomitanti agli occhi che lei non ha segnalato?
Sarebbe necessaria una visita oculistica per rilevare quali possano essere i motivi della sua esclusione sempre che ci siano , facendosi rilasciare i motivi di tali decisioni
Mi contatti se le possa essere di aiuto
Dr. paolo perri

[#2]  
Dr. Leonardo Falco

20% attività
16% attualità
0% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2013
Buon pomeriggio
concordo con il Dottor Paolo Perri per la premessa e per il fatto che potrebbe essere necessario una visita per meglio capire quali potrebbero essere i requisiti per cui non idoneo. Concordo ancora sul fatto che sarebbe utile che avesse i motivi per cui escluso.
cordialmente
Dottor Leonardo Falco
3333222905
Dr. Leonardo Falco

[#3] dopo  
Utente 574XXX

Salve,
Ringrazio al Dr. Perri e al Dr. Falco per la disponibilità e per avermi prontamente risposto.
La diagnosi della visita è stata"insufficianza dei requisiti visivi per lenti con limite diottico superiore ai limiti previsti dalla normativa vigente",da premettere però che sono stato visitato dal medico di base e non un oculista,il quale mi ha fatto solo leggere la tavola optometrica da una distanza che mi sembrava maggiore di quella adottata di solito in uno studio oculistico,e senza spegnere le luci(non so se la luce possa influire su una lettura della tavola,ma negli studi oculistici,l'ho sempre fatto al buio).
Mi è stato anche detto che supero i limiti previsti perché le cilindriche vanno sommate(1,25+2=3,25) potete eliminarmi questo dubbio?Altrimenti mi consigliereste un intervento laser?
Ringrazio ancora per disponibilità

[#4]  
Dr. Leonardo Falco

20% attività
16% attualità
0% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2013
Buon giorno
credo che una visita specialistica con un Oculista sia necessaria.
cordialmente
Dr. Leonardo Falco

[#5]  
Dr. Paolo Perri

20% attività
16% attualità
8% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Certo un intervento di refrattiva potrebbe togliere questo difetto sempre se ci siano i requisiti per poter essere effettuato.
Dal momento che credo di aver capito che lei non sia stato visto da un oculista , le consiglio di farlo.
Paolo Perri
Dr. paolo perri