Utente
Salve.

Scrivo perché ho notato da diverso tempo alcuni disturbi insoliti, non so se possa trattarsi di qualcosa di trascurabile o meno.

Premetto che sono un soggetto con deficit visivo dall'età di 7 anni, una miopia abbastanza marcata che è aumentata aggressivamente per tutta la mia crescita e fase adolescenziale, fino ad assestarsi alle diottrie -7 e -7. 50 occhio dx e sx dall'età di 17 anni ad ora (ne ho 20).
Porto lenti a contatto.
La scorsa estate, ho avuto un episodio di congiuntivite grave.
Recatomi in pronto soccorso dopo gonfiore, escrezione purulenta e infiammazione all'occhio dx (poi passata all'occhio sx ma in maniera molto lieve) e mal di testa con dolore diffuso su tutto il lato dx di testa e collo, sono stato sottoposto a consulto dell'oculista.
Devo però precisare che sono affetto da sindrome di Giullain Barré, sebbene in fase remissiva, con un quadro neurologico abbastanza complesso e che ripetutamente più volte all'anno mi costringe ad effettuare accessi ospedalieri per dolori, nevralgie o disturbi deambulatori.
Appena conclusa la visita oculistica, appurato ovviamente che si trattava di congiuntivite, il medico notò che però la pressione oculare era troppo elevata e con un esame allo strumento (credo fosse il laser Argon, non vorrei sbagliarmi, boh) riuscì ad individuare la presenza di un glaucoma in stadio abbastanza avanzato, dicendo che il nervo ottico era troppo compresso e che potevo rischiare il distacco della retina.
Mi prescrisse terapia (Betabioptal) ed un collirio per la pressione oculare, mi raccomandò di sottopormi ad ulteriori valutazioni in futuro, appena risolta la fase acuta dell'infezione.
La terapia non riuscì a risolvere l'infezione in tempi brevi, di fatti da fine luglio mi ritrovai agli inizi di settembre a dover trasferirmi presso l'università ancora con l'occhio gonfio, infiammato e l'escrezione costante.
Mi recai allora presso il ps in zona e mi visitò un altro oculista.
Presentai la documentazione del precedente consulto e dopo avermi visitato disse di non essere assolutamente d'accordo con il collega poiché non notava alcun glaucoma.
Il mistero dunque rimase.
Mi prescisse un antibiotico e l'infezione sparì.
Da diversi giorni, adesso, alla luce ho l'impressione di vedere tanti piccoli puntini luminosi in movimento.
Continuo a non mettere a fuoco molto spesso (ma forse è dovuto alla miopia?) e a volte noto come un piccolo alone scuro (come un'ombra lieve circoscritta), soprattutto nelle colorazioni sul bianco.

Potrebbero essere episodi collegati al quadro dell'estate scorsa riferito?
Dovrei sottopormi ad una visita?

Grazie per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Ruggiero Paderni

40% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
CESANO BOSCONE (MI)
CASTELLANZA (VA)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2014
Gent.mo,

è necessario premettere che i Glaucomi giovanili sono molto più RARI di quelli che colpiscono gran parte della popolazione sopra i 45 anni.

Detto questo, il Suo dubbio è lecito. E poichè non sono infrequenti giudizi diagnostici discordanti sul glaucoma, Le raccomando di sottoporsi ad una visita oculistica completa di:
- esame del campo visivo computerizzato (meglio se associato ad un esame GCC cellule ganglionari)
- OCT nervo ottico

con ogni cordialità
Dr. Ruggiero Paderni
Specialista in Oftalmologia
www.ruggieropaderni.it

[#2] dopo  
Utente
Egr. Dott. Paderni, la ringrazio per la risposta.
Cercherò allora di farmi controllare.
Un'ultima cosa, non so se è una sciocchezza, una mia impressione o meno, ma da poco mi sta capitando spessissimo: durante la notte, al buio, noto sempre dal lato dello stesso occhio, proprio una macchia nera, non so se si tratti di una qualche sorta di illusione ottica per il buio o altro, ma la riesco proprio a notare bene, come una sorta di buco nero in cui sparisce qualsiasi cosa cerchi di puntare con lo sguardo (in quella direzione).
Il fatto è che accade solo di notte, e al buio. E la cosa mi ha fatto riflettere davvero tanto. Non so se possa essere collegato, in ogni caso la ringrazio se risponderà.