Utente
Buongiorno cari dottori, non so se il consulto sia da pubblicare in oculistica o neurologia, ma comunque.
Vi espongo il mio problema:

Circa 4 giorni fa, mi trovavo in condizioni di scarsa illuminazione (luce soffusa) e una mia amica mi disse che avevo una pupilla più dilatata dell'altra.
Lì per lì non diedi importanza alla cosa, ma poi guardandomi allo specchio lo notai pure io e decisi di cercare il significato.
E qui la tragedia, su Google ho letto che le possibili cause possono essere aneurismi, tumori cerebrali e altro.
Sono entrato nel panico.
Ho parlato col mio medico telefonicamente, in attesa di incontrarlo, la quale mi disse di provare a vedere se rispondevano alla luce ed effettivamente lo fanno.
Alla luce si restringono e togliendo la luce si dilatano (non so se questo è positivo per scongiurare qualche ipotesi).
Preciso che io sono una persona molto, molto stressata e ansiosa, e sono in cura con fluoxetina e serenase, oltre che Xanax al bisogno (lo dico con la speranza che possa essere effetti collaterali dei farmaci).
Tengo inoltre a precisare che probabilmente è un problema che si è presentato da poco, innanzitutto perché riguardando foto vecchie le pupille sembrano di uguali dimensioni, e poi perché a fine 2019 feci visita oculistica approfondita (dove mi riscontrarono un cheratocono) e penso che se ne sarebbero accorti se ci fosse stato.
Un altro sintomo che non so se può essere importante è che da circa un anno, a periodi, soffro di vertigini che durano qualche secondo in base al movimento che faccio.
Esempio, mi giro sul letto e parte la vertigine, così come se mi siedo o mi alzo.
Mi capita a periodi, magari per mesi mi succede, poi non più per altri mesi e poi ritorna

Capisco che a distanza non si può fare granché, ma alla luce di quanto descritto, ci sono i presupposti per scongiurare qualche patologia grave, la cui idea mi sta distruggendo la mente?
Quali sono le cause più probabili?
Perché su internet sembra quasi sia praticamente certo il tumore o l'aneurisma.


Grazie mille

[#1]  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
Buongiorno
mi pare che piuttosto che stare a preoccuparsi , debba invece

recarsi al pronto soccorso e far valutare la cosa
se è una vera anisocoria faranno gli accertamenti
strumentali, altrimenti tornerà a casa più sereno


buona giornata

ed in bocca al lupo
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 / 02 58395516

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta. Innanzitutto in questo momento sono impossibilitato dall'andare al pronto soccorso. Ho appuntamento col medico curante domani pomeriggio, secondo lei posso attendere?

Infine, io non so se ci deve essere una grande differenza tra una pupilla e l'altra per poterla definire anisocoria. Ho visto delle immagini su internet in cui effettivamente una pupilla era nettamente più grande dell'altra. La mia lo è di poco, bisogna proprio prestare attenzione per notarlo. Potrebbe essere semplicemente fisiologico una lieve differenza di diametro, seppur nelle foto passate questa non era evidente? I farmaci che prendo possono dare questi effetti collaterali?

[#3] dopo  
Utente
Buonasera, sono stato al pronto soccorso. Gli infermieri al triage hanno notato che effettivamente la pupilla sinistra era dilatata più della destra e hanno richiesto una tac cerebrale, consulenza neurologica e oculistica. Tutt'e tre gli esami hanno dato esito negativo, in particolare l'oculista ha detto che c'è sì un'anisocoria, ma piuttosto lieve e ha aggiunto che è fisiologica. Dopo di ciò mi hanno dimesso. Alla luce di tutto questo, posso scongiurare qualunque tipo di problematica grave (es. Tumore cerebrale o aneurisma) o dovrei approfondire con qualcos'altro?

Inoltre com'è possibile che sia fisiologica e spuntata da un momento all'altro, improvvisamente? Ho riguardato foto del passato in primo piano e le pupille erano perfettamente uguali, quindi sicuramente non sono nato con questo problema. Può presentarsi nel corso della vita da un momento all'altro ed essere fisiologica?

[#4]  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Tutt'e tre gli esami hanno dato esito negativo, in particolare l'oculista ha detto che c'è sì un'anisocoria, ma piuttosto lieve e ha aggiunto che è fisiologica. Dopo di ciò mi hanno dimesso. Alla luce di tutto questo, posso scongiurare qualunque tipo di problematica grave (es. Tumore cerebrale o aneurisma) ?
RISPOSTA
ASSOLUTAMENTE SI
ORA SI RIPOSI
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 / 02 58395516

[#5] dopo  
Utente
Mi scusi dottore, un'ultima domanda: ma quindi da cosa è causato questo problema, che mi pare di aver capito non essere normale e spia di qualcosa di importante? Prima non l'avevo certamente, rivedendo le foto passate. In più a fine 2019 feci un'approfondita visita oculistica per altri problemi e non mi dissero nulla. Penso se ne sarebbero accorti. Perché è spuntato così improvvisamente?