Utente
Salve, sono un ragazzo di 18 anni, che da circa 4 mesi porta gli occhiali.
Quando sono andato a fare la visita oculistica mi è stato diagnosticato il disturbo dell'astigmatismo.
Andando dall'ottico mi è stato diagnosticato la miopia.
Così per 3 settimane ho portato gli occhiali miopi, anche se facevo un po' fatica a leggere.
Ritornando da un altro oculista mi è stato ridiagnosticato l'astigmatismo; così ho fatto gli occhiali astigmatici, ma dato che non ci vedevo bene da lontano, mi sono in fine fatto gli occhiali miopi e astigmatici, e pensavo che fosse tutto finito, ma da qualche giorno a questa parte mi sento molto affaticato, soprattutto durante le ore a scuola in cui devo stare sotto luci al neon, e mi sembra di non potermi soffermare su nulla, certe volte, solo muovere in continuazione l'occhio.
Semplice stanchezza?
Io non saprei, ma se ho un disturbo dato dalle luci forti vorrei saperlo, riesco a leggere solo quando è tutto socchiuso e spento, e sto in posizioni comode.
la sera poi è ancor più fastidioso.
Mi sembra in generale di estrarre quello che penso da quello che faccio, perciò ci metto molto di più a fare qualsiasi cosa.
Trovo molto strano tutto ciò, e io ad oggi non ho ancora trovato qualcuno che mi abbia diagnosticato l'agnosticismo e la miopia insieme, e posso assicurare che io senza occhiali vedo tutto molto sbiadito, soprattutto da lontano.
Quello che ho pensato è che forse non è stata messa abbastanza miopia, e quindi stare 5 ore a vedere la lavagna sia molto affaticante.
Trovo molta difficoltà a stare al computer, e soprattutto davanti a luci fredde.
Grazie anche solo per aver letto.

Stefano

[#1]  
Dr. Claudio Carbonara

24% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Buongiorno, vedo che come molti pazienti fanno, si è fatto prescrivere gli occhiali su ricetta dell'ottico anziché dell'oculista, nonostante si sia fatto visitare da un oculista.
Sarebbe stato meglio richiamare il medico e riferirgli i suoi dubbi, non crede?
Quando un paziente ha dei disturbi visivi il medico può usare dei colliri cicloplegici, che permettono di eliminare l'accomodazione (che in termini semplici è lo sforzo che l'occhio fa per mettere a fuoco). A quel punto viene valutato il difetto visivo nella sua completezza ed è praticamente quasi impossibile prescrivere occhiali che non vadano bene.
Per inciso le ricordo che l'ottico è un commerciante, che ha tutto l'interesse a venderle qualsiasi cosa, indipendentemente dalla sua utilità, e che ha una preparazione veramente scarsa nella "prescrizione" degli occhiali, (non confondiamo la prescrizione con il confezionamento o preparazione degli occhiali).
Il loro "titolo" li abilita esclusivamente al confezionamento e alla vendita degli occhiali: non possono prescrivere assolutamente nulla, né occhiali da astigmatismo, né da miopia mista ad astigmatismo, non possono prescrivere occhiali per bambini...possono al massimo consigliare un occhiale per presbiopia pura e forse per lieve miopia.
Anche perché non hanno nessuna base di studio sulle patologie oculari che possono, in qualche modo, influire sul visus.
Si faccia rivedere dal suo medico di fiducia o, al limite, cambi oculista e spieghi bene tutti i disturbi che ha e che ha avuto, e vedrà che le saranno date le indicazioni più appropriate.
Buona giornata
DOTT. CLAUDIO CARBONARA