Utente
Buongiorno.
Ho una lieve cataratta bilaterale, monitorata nel tempo, ma l'oculista di fiducia non ritiene al momento ancora indicato l'intervento.
Sono portatore di occhiali con lenti progressive.
Di recente ho acquistato un nuovo occhiale, modificando la prescrizione su consiglio dell'oculista.
Mi resta una curiosità: ricontrollando la documentazione delle lenti, ho notato una discrepanza fra la prescrizione dell'oculista e dell'ottico da una parte e i dati riportati sul certificato di autenticità delle lenti.

Ottico e oculista ODx sf -4, 50; cil -050, asse 110; add 2 OSx sf -4, 50; cil -0, 50, asse 100; add 2 (sistema internazionale)
Certificato di autenticità ODx sf -5, 00; cil +0, 50, asse 020; add 2 OSx sf -5, 00; cil +0, 50, asse 170; add 2 (asse Tabo)

Ho telefonato all'ottico, che mi ha detto trattarsi di due notazioni diverse, ma che i valori sono equivalenti.
In effetti la mia visione con le nuove lenti è migliorata; tuttavia, se possibile, vorrei essere ulteriormente tranquillizzato.

Grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr. Ferdinando Munno

28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
salve,
si tratta della medesima prescrizione. gli ottici per montare la lente usano un sistema con un valore positivo (+) per il cilindro. quindi si modifica il valore ma si tratta della medesima gradazione.
sono uguali stia tranquillo.
Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille. adesso mi sento più tranquillo