Utente
cari dottori vi espongo il mio problema. dente in questione: sesto molare superiore parte dx.
il dente fu otturato in amalgama piu' di dieci anni fa;circa 3 anni fa il mio dentista decise di rifarmi l'otturazione in composito per ragioni estetiche!inizialemte tutto ok poi l'otturazione dopo un po' si fratturo' in un punto e me la rifece!inizialente tutto ok ma poi il dente inizio' a soffrire al freddo e mi rifece di nuovo l'otturazione! tutto ok se nn fosse che quando mangio su quel dente cose dure (noccioline,pane piu duro,in poche parole cibi duri) il dente mi da fastidio. il mio dentista a questo punto mi rifa' nuovamente l'otturazione ma nulla...stasso fastidio:cibi molli tutto ok,cibi duri fastidio! per il mio dentista l'otturazione va bene ma il mio fastidio rimane! mi sono arreso e non gli ho chiesto nemmeno piu' al dentista....secondo voi di cosa si puo' trattare o cosa si dovrebbe fare ?? grazie

[#1]  
Dr. Cataldo Palomba

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
bisogna interpretare la sintomatologia prima di tutto: se il fastidio è un dolore trafittivo immediato e che scompare quasi subito la probabile causa potrebbe essere l'impatto del cibo sulla gengiva che circonda il dente, soprattutto quella interdentale o papillare, cioè non vi è un punto di contatto tra l'otturazione ed il dente vicino.
E' una supposizione che andrebbe verificata tramite visione diretta.
Cordiali Saluti
https://www.facebook.com/dentistarantonline
Risposta ad esclusivo scopo informativo, non costituisce diagnosi, non sostituisce la visita medica.

[#2] dopo  
Utente
gentile dottore il dolore e' proprio come lo descrive lei...e' un fastidio quasi come una specie di puntura di spillo quando si addenta il cibo duro e che passa immediatamente...

[#3]  
Attivo dal 2010 al 2010
Caro Signore, bisogna semplicemente fare una DIAGNOSI!
Ovviamente si deve fare una Rx endorale in diverse proiezioni se necessaria...ed una visita clinica accurata con percussione assiale e trasversale...una analisi occlusale-gnatologica del dente e stia sicuro che si arriva ad emettere una diagnosi certa ed a formulare una terapia idonea.
si deve procedere alle prove termiche si fanno con il caldo e con il freddo...esistono liquidi che spruzzati su un batuffolino di cotone con cui toccare il dente abbassano la temperatura improvvisamente da 37° a -4° e le garantisco che se c'è patologia pulpare...la si scopre....il dente risponde con un dolore immediato: 1- se dura qualche secondo...il processo è reversibile e si aspetta, 2- se dura molti minuti, il dente è in Pulpite e bisogna devitalizzarlo subito. 3- Se non risponde al dolore vuol dire che il dente è in necrosi, è morto per infezione e bisogna devitalizzarlo in un modo particolare subito sotto protezione antibiotica! 4- Se non risponde al freddo ma risponde allo stimolo con "guttaperca" molto calda, allora significa che il dente è in necrosi, ma non completa..qualche zona di polpa vicino all'apice è ancora vitale (si chiama sintomatologia radicolare della polpa) e il dente va devitalizzato.
Infine deve sapere che esistono dei sintomi detti sinalgie, che praticamente, per incapacità del nucleo caudato del cervello a cui arrivano tutti gli stimoli dolorosi di una metà della bocca, possono provenire non dal dente in causa ma da denti o parodonto anche lontano. Quindi bisogna fare una accurata visita Odontoiatrica completa ed accurata ed una visita Gnatologica e conservativo-endodontica accurata ed una visita Parodontale e stia certo che si arriva ad una diagnosi.
Come vede la Diagnosi Odontoiatrica è semplice, ma forse meno di quanto si creda!