Utente
Egregio dottore,
sono una ragazza di 23 anni. Volevo avere una Vostra consulenza.
Circa due mesi fa, ho devitalizzato un dente sinistro superiore. All'inizio non accusavo dolore, ma dopo qualche settimana è comparso, arrivando a comprendere mandibola, orecchio e occhio, con infiammazione acuta della gengiva....da lì la comparsa di un accesso parodontale, che ho curato con antibiotico "AUGUMENTIN"...Ora la gengiva continua a farmi male, e sanguina ad ogni pulizia con il filo.... Il mio dentista diceva che la devitalizzazione è stata fatta perfettamente, ma ora visto ma la mia situazione, sospetta sia un canale lesionato o perfino rotto, quindi dovrebbe procedere all'estrazione del dente! Io sono terrorizzata all idea, e la mia domanda è Perchè il dentista non si è accorto prima che il problema era il dente e non la gengiva? Si può curare il dente senza estrarlo? Aspetto una Vostra risposta.

Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Alessandro Francini

28% attività
0% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
"da lì la comparsa di un ascesso parodontale".....

l'ascesso PARODONTALE è causato da problemi della gengiva.
l'ascesso ENDODONTICO è causato da problemi del dente.

Importante fare diagnosi su che tipo di ascesso sia, perchè diverse sono le soluzioni.

Detto questo, accertato si tratti di un ascesso endodontico, la cui causa è un problema alla devitalizzazione,in linea di massima la soluzione è rifare la devitalizzazione.

In caso di canale perforato (i termini "canale lesionato" o "canale rotto" mi portano a pensare che si sospetti una perforazione. Non saprei altrimenti come spiegarli, perchè non hanno riscontro nella normale terminologia odontoiatrica. Probabilmente il suo dentista li ha usati per farle capire meglio il problema) nella maggior parte dei casi ci sono i mezzi e i metodi per chiudere la perforazione e per devitalizzare correttamente il canale.

L'estrazione è proprio l'ultima spiaggia, quando non si può proprio risolvere diversamente il problema.

Cordiali saluti
Dr. Alessandro Francini
Messina
Risposta a carattere informativo, non diagnostico nè terapeutico