Utente
Qualche mese fa durante il controllo e detartrasi periodici mi è stato detto che probabilmente soffrivo di bruxismo notturno dato che un incisivo superiore frontale aveva una lievissima scheggiatura lungitudinale per metà. Mi veniva consigliato il bite notturno. Qualche settimana fa, mi sono dimenticato di mettere il bite una notte e mi sono svegliato a causa di una forte "colpo" tra i denti e a luce accesa alla specchio mi sono trovato con anche il secondo dente incisivo frontale scheggiato, leggermente più profonda dell'altro stavolta, diciamo il "pezzettino" che manca è di circa un millimetro lungo l'80% della linea longitudianale del dente. Non mi fa male, mi pare "sensibile" a volte ma potrebbe essere solo l'eccessiva attenzione o il fatto che non è piu "liscio".
la volta scorsa il dentista mi aveva chiesto se volevo per motivi "estetici" coprire la prima scheggiatura io ho risposto che se la copertura fosse servita per preservare il dente l'avrei fatta senz'altro, ma se c'erano solo motivi estetici non mi interessava. mi è stato risposto che i motivi erano solo estetici.
Ora dopo questo secondo episodio mi vengono diversi dubbi. Perchè non mi è stato detto dal mio dentista che oltre al "bite" ci possono essere cause del bruxismo (ad esempio medicinali) o tecniche (di rilassamento, interventi sulla dentatura per malaocclusione o altro) per prevenire? Ad esempio ho letto che alcuni medicinali come lo xanax (che per combinazione ho ripreso a prendere dopo qualche anno in cui non prendevo piu, saltuariamente questi ultimi mesi) causano il bruxismo?. Ora che sono venuto a sapere (ma perchè dobbiamo ricorrere a google per queste cose?) ho sospeso il medicinale, che sospetto possa essere una causa dato che questo bruxismo "compare" solo ora a 48 anni...
Ora chiedo a chi avrà la pazienza per qualche suggerimento, perchè non mi sono ancora rivolto al mio dentista avendo meno fiducia ora, anche perchè l'igienista dentale aveva detto a quel tempo qualcosa circa la possibilità che i molari alla destra "toccassero prima" e forse c'era bisogno di "limarli", ma il dentista non fece nulla (è il nuovo dentista, che non conosco, in uno studio che frequento da vent'anni). Ora non so se rivolgermi ad un altro studio medico, data la "superficialità" (beninteso è solo un mio parere e posso sbagliarmi) con cui sono stato curato recentemente? Quindi sono a richiedere una opinione in merito e su cosa prendere in considerazione per preservare i denti da questa cosa. Mi scuso per la lunghezza del messaggio e per una cosa che è magari di piccola importanza.

[#1]  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Non si scusi per la sua domanda. E' importante e meritevole di risposte tanto quanto le altre.
Il bruxismo ha segni ben precisi e gli elementi scatenanti posson esser diversi compresi alcuni farmaci ( anche se difficilmente questi son da soli responsabili del problema). Se i suoi denti presentano già dei segni ben evidenti c'è da pensare che la parafunzione sia presente da tempo e meriti un adeguato trattamento. Probabilmente potrebbe non esser sufficiente una eventuale sospensione del farmaco che sta assumendo peraltro saltuariamente.
Provi a leggere questo articolo sul bruxismo pubblicato sul nostro sito, ci troverà informazioni ed elementi di riflessione:
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1363-bruxismo-diagnosi-e-terapia.html
Si faccia visitare da un dentista che pratichi la gnatologia e di cui ha fiducia.
Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it

[#2]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
" Ad esempio ho letto che alcuni medicinali come lo xanax (che per combinazione ho ripreso a prendere dopo qualche anno in cui non prendevo piu, saltuariamente questi ultimi mesi) causano il bruxismo?. Ora che sono venuto a sapere (ma perchè dobbiamo ricorrere a google per queste cose?)"

Lo Xanax è innocente.
Sono altri i farmaci che favoriscono il bruxismo.
Lo Xanax piuttosto lo attenua.
Il dr. Google prende spesso delle enormi cantonate!

Ha fatto bene a non coprire la prima scheggiatura.
Serve una diagnosi corretta in primo luogo.

Non ho altro da aggiungere a quanto già detto dal collega Enzo Di Iorio, che ha inoltre linkato il mio articolo!
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)