Utente cancellato
Buongiorno,
chiedo un consulto odontoiatrico e ringrazio in anticipo chi avrà la pazienza di leggere e rispondere al mio messaggio.
mi sono recata circa 3 settimane fa dal mio dentista a causa di un dolore davvero insopportabile a livello dell'arcata dentale superiore destra: ero molto sensibile al freddo si irradiava anche a livello della mandibola e all'occhio e a malapena passava con i FANS. Ho pensato ad una bella carie profonda. Appurato che si trattasse di carie al premolare destro(gli avevo portato anche una lastra) mi ha fatto un' otturazione con solo una puntura di lidocaina: ho sentito tutto.
Dopo l'otturazione mi faceva un male allucinante persino più di prima: mi ha spiegato che prima si cerca di fare un' otturazione per "salvare" il dente e di fare la devitalizzazione se necessario in futuro e di aspettare qualche giorno che il dolore passasse. Io mi sono fidata, ma avevo dei forti dubbi in quanto già subito dopo l'otturazione avevo molto male, cosa che anche lui ha confermato essere non normale. Bene ci sono ritornata dopo 3 ore perchè il dolore era insopportabile non riuscivo a tenere gli occhi aperti. A quel punto me l'ha devitalizzato provando inizialmente a riaprire il dente SENZA ANESTESIA: il solo contatto con l'acqua mi ha fatto vedere le stelle. Una volta eseguita finalmente l'anestesia me l'ha devitalizzato SENZA DIGA (non sapendo ancora niente sull'argomento non ci ho fatto caso) e mi ha messo una specie di sostanza che avrebbe fatto "gonfiare"il dente(riporto le sue parole). Ci sono tornata una seconda volta in cui ha tolto questa sostanza e ha messo penso una medicazione intermedia da tenere 10 giorni. Anche questa volta senza anestesia e ho sentito di nuovo dolore non come in partenza ma comunque l'ho avvertito. Terza seduta finale di ricostruzione: non ho idea di cosa abbia utilizzato ma la chiusura mi sembra vada bene. Devo aspettare un mese e poi fare la capsula.Ora non fa male per niente.
Domande: è normale questo iter? Onestamente mi sembra che le cose non siano state fatte proprio al meglio a cominciare dall'avversione per l'anestesia , al fatto di aver eseguito un'otturazione quando avrebbe dovuto fare una devitalizzazione da subito( io penso che se un paziente si presenta con un dolore così forte e irradiato è probabile che il nervo sia preso quindi tanto vale fare una devitalizzazione subito), al mancato uso della diga. Come mi consigliate di procedere ora? capsula o intarsio? Devo cambiare dentista?

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,ritengo che l'impiego della diga in ENDODONZIA sia indispensabile,ed oltretutto ne è raccomandato l'uso dal' OMS.
Sulla condotta del Collega preferisco non pronunciarmi,anche perché non conosco "sostanze capaci di far gonfiare il dente"....(scusi ma sono stati utilizzati i famosi strumenti canalari per la devitalizzazione?)
Attenda l'evoluzione della cura canalare prima di effettuare una ricostruzione protesica.In caso di dubbi,si chiarisca meglio col suo dentista curante.
Buona Giornata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
444529

dal 2017
Io penso di sì ma riporto le sue parole..non sono stata a chiedere tutti i materiali usati perche' penso infastidisca non poco il professionista..chiedevo un consulto sulla condotta generale anche se so che i medici (essendo medico ma non dentista) non danno mai opinioni su altri medici anche quando sbagliano ma speravo di trovare un parere onesto visto che devo eseguire ancora la ricostruzione e quindi dovrei ritornarci. Non vorrei farmi fare una capsula quando magari sarebbe meglio un intarsio: quale dei due sarebbe meglio supponendo che la canalizzazione sia andata a buon fine?
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Ecco un parere" onesto " ,da un collega medico ed anche dentista:
lasci decidere al Collega qual'e' la migliore soluzione protesica adatta al suo caso,sulla condotta "professionale " o meno , visto che lei è anche un Medico,lascio decidere a lei.......
Cordialita '
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
444529

dal 2017
Non capisco perché i medici in Italia si offendano anche quando non ci sono offese.. io chiedevo un parere in quanto non dentista e non esperta in materia..se lei fosse sottoposto ad una qualsiasi operazione chirurgica non dentistica(e quindi non di sua competenza) del cui risultato non e' convinto penso chiederebbe un secondo parere in quanto restio a lasciare decidere al "collega" in merito alla sua salute..questo non vuol dire parlare male di un altro professionista ma semplicemente dare consigli su cose che si potevano fare diversamente secondo la propria esperienza..penso che il sito serva proprio a questo ed e' questo che intendevo con onesto: se poi la convinzione di appartenere ad una casta fa si che qualsiasi parola venga interpretata come un affronto personale mi scuso per per qualsiasi parola risultata offensiva involontariamente.
Buona Giornata

[#5] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
in questa sede è difficile per chiunque dare un parere sulla bontà di una cura canalare o sulla miglior scelta a livello restaurativo-protesico. Pertanto il mio consiglio è quello, se lei ha dubbi sulla qualità della terapia eseguita sinora dal collega e sulla prosecuzione della stessa, di rivolgersi ad un altro odontoiatra per una visita con radiografie e quant'altro necessario per darle un parere. Qui, ripeto, non abbiamo i mezzi per farlo.

Cordiali saluti
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#6] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Gentile utente, controlli se chi opera su di lei è iscritto all'ordine dei medici, se lo trova iscritto occorrerebbe anche il suo parere per poterle dare dei corretti consigli, se non lo trova iscritto tutti i suoi dubbi sono più che leciti e ci può riscrivere tranquillamente.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/