Utente 445XXX

Buon giorno,
Stavo masticando una gomma quando mi e' parso di udire un "crack" all'altezza del premolare, dopo pochi giorni ho iniziato a notare una sensibilita' al freddo.
Andai dal dentista il quale mi fece una radiografia e non notando nulla di strano si limito' a limare leggermente il dente perche' penso' ad un infiammazione causata dalla digrignare-stress.
Dopo 2 o 3 settimane la sensibilita' si trasformo' in dolore pulsante, all'inizio lo avvertivo si e no una volta al giorno poi sempre piu' di frequente. Stavo viaggiando molto per lavoro e quindi assumevo OKI e tiravo avanti fino a quando, dopo l'ennesimo volo, il dolore si fece cosi acuto da non essere piu' sopportabile.
Mi trovavo a 5 ore di macchina dal mio dentista quindi guidai durante la notte e arrivai dal dentista il mattino, ovviamente esausto. Mi fu praticata una devitalizzazione e applicato un filler temporaneo. Guidai altre 5 ore per tornare dove stavo terminando il lavoro, il dolore forte mi era passato pero' avvertivo un fastidio/irritazione alla gengiva/osso, come se avessi preso una botta e notai che continuavo a massaggiare insistentemente quella parte per avere sollievo.
Il giorno dopo mi alzai con un vistoso gonfiore, come se qualcuno mi avesse dato una bastonata durante la notte, non faceva male pero' non mi sentivo granche' bene in generale e nel pomeriggio iniziai ad avere una leggera febbre 36.4/36.6.
Allarmato, il giorno dopo andai nuovamente dal dentista (guidando altre 5 ore) e quando arrivai mi fece una radiografia locale e una panoramica senza riscontrare alcuna sacca di pus quindi decise di non incidere.
Mi disse di continuare con gli antibiotici, ibuprofene e ghiaccio e soprattutto di stare a riposo per almento 2/3 giorni, e cosi feci.
Gia' il giorno seguente il gonfiore era sceso notevolmente, la febbre scomparsa e iniziavo a sentirmi meglio. Continuai a migliorare giorno dopo giorno fino a quando tornai dal dentista esattamente una settimana dopo la comparsa del gonfiore. Il gonfiore era comparso la mattina del mercoledi e io tornai dal dentista il mercoledi seguente.
Il dentista mi vide notevolmente migliorato, alla vista il gonfiore era scomparso dal viso ma quando mi tocco' la gengiva noto' che non si era completamente sgonfiata. Rimosse il filler temporaneo, puli ancora meglio i canali e richiuse. Non se la senti di incidere perche non riscotro' alcun pus e quindi si limito' a pungere la gengiva con un ago molto sottile per vedere se ci fosse stata una fuoriuscita di pus.
Mi disse che usci solo del liquido biancastro che lui chiamo' interstiziale e mi disse di voler aspettare ancora prima di mettermi la corona.
La mia domanda e': e' normale che dopo una settimana il gonfiore alla gengiva non sia ancora del completamente scomparso? Posso dire di avere avuto un ascesso anche senza pus e senza dolore? Cosa puo' aver causato un tale gonfiore senza dolore e senza pus? Grazie mille per l'aiuto

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
12% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
7gg sono pochi per cui l'infiammazione può non essersi risolta completamente
giusto non mettere la corona così precocemente
meglio attendere qualche settimana se non di più
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, in primis si deve terminare l'endodonzia poi quando tutto rimane quiescente e radiologicamente corretto si passa alla protesi. Il radio lo radiilogicamente corretto non si ottiene con la panoramica. L'ascesso può essere in varie forme, con raccolta di materiale purulento o diffuso nei tessuti oltre la presenza di edema che ci permette la guarnizione.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#3] dopo  
Utente 445XXX

Grazie a entrambi per le risposte e per il tempo dedicato.
Dr. Ruffoni, mi scuso in anticipo ma c'e' una parte della risposta che non mi e' chiara: cosa vuol dire "il radio lo radiilogicamente corretto", non so se sia un refuso comunque mi pare che il senso sia che la panoramica non fosse necessaria per riscontrare la presenza di pus, corretto?
Alla fine quando dice "la presenza di edema di permette la guarnizione", immagino intendesse guarigione, mi sbaglio?
Quindi la presenza di edema e' una riposta dell'organismo per guarire da un trauma o in questo caso dall'infezione/ascesso, corretto?
Grazie ancora per le risposte, il gonfiore alla gengiva mi sembra che continui a recedere, avrei immaginato una guarigione dal gonfiore piu' veloce ma evidentemente c'e' bisogno di tempo, io nel frattempo continuo ad assumere amoxicillina e ibuprofene.
grazie

[#4] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Errore di battitura, "quando è radiologicamente corretto si possa alla protesi. Si anche guarnizione e entrato al posto di guarigione . Le confermo che l'edema ci permette di avere la guarigione. La panoramica non sempre è indicata, infatti è stata eseguita anche un RX endorale e sarà un altra RX endorale che confermerà l'esito del trattamento canalare. Mi scuso per il disguido, ma dal cellulare la scrittura facilitata a volte mi da un po' di errori.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#5] dopo  
Utente 445XXX

Dr. Ruffoni ci mancherebbe, grazie mille ancora per la solerte risposta e auguri di Buona Pasqua.

[#6] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Tantissimi Auguri di Buona Pasqua anche a lei e famiglia.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#7] dopo  
Utente 445XXX

Aggiornamento: molto lentamente il gonfiore della gengiva e' quasi completamente recesso (99%) e quindi sabato scorso, il 21 di aprile, il dentista ha completato la terapia canalare pulendo nuovamente i canali e inserendo delle specie di aghi per poi chiudere il dente. La prossima settimana devo tornare per applicare la corona e finire cosi sto progetto faraonico.
Continuo tuttavia a percepire una sensazione di pienezza all'orecchio, mandibola e nella zona vicina al linfonodo sotto l'angolo della mandibola. Non e' un dolore ma come una sensazione di leggera infiammazione che mi pare che si stia attenuando giorno dopo giorno (il fastidio all'orecchio era notevole subito dopo l'ascesso). Non sono nemmeno sicuro al 100% che il linfonodo sia gonfio (non dolente per nulla) o che sia gonfia la zona circostante, quando giro lievemente il capo a destra non lo sento piu' e comunque e' una sensazione che parte dall'angolo della mandibola. A volte lo riesco ad individuare a volte sento piu' una massa e comunque non duole per niente. Anche deglutendo a volte ho una "sensazione" sulla parte sinistra dove e' avvenuto l'ascesso, non un dolore, solo una sensazione, non saprei nemmeno io come spiegarla.
Mi chiedevo se fosse normale che l'infiammazione ci impieghi cosi tanto a passare oppure se sia stata riattivata dal fatto che sabato mi e' stata praticata la pulizia definitiva e chiusura del dente.
Il mio dentista dice che passera', io tuttavia non riesco a stare tranquillo perche' a volte sento che questa situazione mi da una generale sensazione di stanchezza, specie durante le ore pomeridiane, alla quale non sono affatto abituato, lo sento anche dalla mia voce.
Grazie per la cortese risposta

[#8] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Non comprendo il perché d tutta questa fretta nel voler mettere questa corona definitiva, su delle fondamenta ancora dubbie dal punto di vista sintomatico; personalmente a questo punto, terrei la cementazione della corona definitiva solo alla completa regressione della sintomatologia. Un dato importante, che dev'essere posivo, è la Rx endorale di controllo di fine trattamento, la panoramica non è affidabile.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/