Utente 496XXX
Salve, a febbraio il mio dentista dopo l'otturazione di un dente centrale ha dovuto eseguire la devitalizzazione del dente vicino, l'incisivo centrale sx, dove era presente una vecchia otturazione. Ha usato la diga e ha effettuato ripetuti lavaggi con ipoclorito, come ha sempre fatto con le altre devitalizzazioni (che sono sempre andate a buon fine).
Ha richiuso il dente ma i giorni successivi mi é iniziato un dolore tremendo, il dente era come se pulsasse. L'ho ricontattato e mi ha prescritto l'antibiotico. Il dolore é diminuito ma non è sparito. Ha così riaperto il dente e ha visto che c'era stato un sanguinamento. Ha ripulito il canale sempre con ripetuti lavaggi con amuchina e idrossido di calcio e ha fatto una chiusura temporanea x ripetere i lavaggi dopo 15 giorni. Da rx risultava che la devitalizzazione era stata fatta bene. Il dente però non ha smesso di fare male. Dopo 15 giorni ha provato ha fare una medicazione cn pasta iodoformica. Una volta chiuso provvisoriamente il dente ha iniziato a farmi un dolore terribile, tanto da dover prendere 3 brufen 600 al giorno. Il dentista ha aperto nuovamente il dente, l'ha rilavato con amuchina e idrossido di calcio e ha provato a lasciarlo aperto. In questo modo dopo poco il dolore é sparito. Cosi dopo una settimana ha effettuato nuovamente i lavaggi e lo ha richiuso temporaneamente. Ma trascorsi 5 6 giorni sento di nuovo una certa sensibilità, come un fastidio.
Lui non sa più come trattarlo e parla di apicectomia.
É veramente indispensabile?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Difficile darle una risposta esaustiva senza avere report clinici,è probabile che qualcosa non sia andata per il verso giusto durante la terapia canalare(ma questo lo sa solo l'operatore)e comunque lasciare il dente "aperto" non è stato a mio avviso corretto in quanto ha esposto l'endodonto all'azione di patogeni presenti nel cavo orale,difficilmente eradicabili.Per una corretta chiave di lettura le consiglierei di rivolgersi ad un Collega che pratica in modo esclusivo l'Endodonzia.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia