Impianti

Sto estrando 5 molari (carie destruente) che saranno sostituiti da impianti il dentista mi ha parlato di carico immediato o carico differito, qual'è la tecnica migliore in termine di durata e funzionalità e ossointegrazione ?
Grazie
Andrea
[#1]
Dr.ssa Italia Verrocchi Ortodontista 28 1
Gent.le Utente,
in merito alla sua sua domanda le rispondo che l'osteointegrazione dipende da molti fattori e da un attento protocollo chirurgico.Il carico immediato o differito sarà deciso in base alla situazione clinica. Saluti.

Dr.ssa Italia Verrocchi
Odontoiatra
Specialista in Ortognatodonzia
studioverrocchi@alice.it

[#2]
Prof. Piero Balleri Dentista 2
Gentile Utente,
da sempre la scelta terapeutica più predicibile e più sicura prevede un rispetto dei tempi biologici. Pertanto le consiglio di far trascorrere un periodo di tempo di almeno due mesi tra l'estrazione dei denti e l'inserimento degli impianti. Ciò al fine di garantire un controllo della situazione batterica al fine di prevenire le infezioni.
Le suggerisco inoltre di far trascorrere ancora un periodo di tempo di alcuni mesi (classicamente quattro nei trattamenti dell'arcata inferiore e sei per quelli relativi all'arcata superiore)per ottenere una sicura ostointegrazione degli impianti.Devo precisarLe che i trattamenti cosidetti "con carico immediato"attualmente sono consentiti dalle linee guida internazionali solo nel caso che una persona abbia perduto tutti i denti dell'arcata inferiore perchè in questa sede la densità ossea è tale da consentire talvolta, l'appicazione immediata dei denti.
In altre sedi per esempio nell'arcata superiore oppure nel caso si tratti di ripristinare solo alcuni denti od uno soltanto questa procedura (del carico immediato) è da considerarsi sperimentale nel senso che la percentuale di successi diminuisce.(Esposito M, Grusovin MG, Achille H, Coulthard P, Worthington HV.
Cochrane Database Syst Rev. 2009 Jan 21;(1):CD003878.)
Cordiali Saluti
Piero Balleri


Prof. Piero Balleri
www.implantologiaorale.net

[#3]
dopo
Attivo dal 2007 al 2009
Ex utente
Gent. prof. Balleri e dott. Verrochi, vi ringrazio per la vostra rsposta e vi pongo altre 2 domande:
1) i morali che sto estraendo sono 2 nell'arcata inferiore destra 2 inferiore sinistra, 1 superiore sinistra è necessario sostituire con impianto anche quello superiore ?
2) soffrendo anche di un insufficienza aortica moderata/severa che forse nel corso dell'anno avra bisogno dello sostituzione della valvola è consigliabile sottoporsi all' intervento dopo ossointegrazione ed inserimento della capsula o si puo fare senza problemi per l' ossointegrazione dopo 15-30 gg dall'inserimento dell'impianto?
[#4]
Prof. Piero Balleri Dentista 2
Gentile Utente,

1) la perdita di due molari inferiori deve essere ripristinata almeno con due impianti
2) la perdita dei molari/e superiore pone atteggiamenti terapeutici profondamente diversi dal trattamento dell'inferiore.
Generalmente è un trattamento più complesso in termini sia chirurgici che di carico protesico successivo.
3)relativamente alle Sue condizioni sistemiche, Le consiglio trattamenti chirurgici in situazioni controllate sia dal punto di vista pressorio che per i parametri emogoagulativi e microbiologici.
Ritengo al riguardo che la decisione di iniziare i trattamenti odontoiatrici prima o dopo la sostituzione valvolare debba essere presa di concerto tra i vari Professionisti che in questo momento La stanno assistendo.
Cordiali Saluti
Piero Balleri
[#5]
Dr. Sergio Formentelli Dentista, Gnatologo, Ortodontista, Odontostomatologo 6,8k 208 18
Gentile paziente, sull'aspetto cardiologico preferisco non esprimermi, non conoscendo nei dettagli la sua situazione clinica.

Le rispondo solo per quanto riguarda l'implantologia.

E' preferibile, in linea di massima, sostituire tutti i denti mancanti.
E' preferibile, in linea di massima, effettuare il carico immediato.

La scelta se effettuare un carico immediato dipende da molti fattori, e non possono essere standardizzati dipendendo in maniera determinante dalle abitudini e dall'esperienza dell'implantologo.
Troppi sono però i fattori da considerare, che non possono essere decisi a tavolino.

Per dare un'immagine chiara, faccio un paragone.
Lei deve appendere un quadro, e il quadro è molto pesante, e non bastano i semplici chiodi.
Lei inserisce, se può, due tasselli, per avere un carico ripartito su due pilastri.
Una volta che li ha inseriti, se hanno la dimensione aqdeguata, e se il muro è di buona qualità, lei appende subito il quadro.
In caso contrario, se è stato per esempio possibile inserire tasselli di diametro o lunghezza ridotta, cementa il tassello e aspetta che indurisca.
Trascorso il tempo necessario, appende il quadro.

Analogamente, se ho osso di QUALITA' e QUANTITA' adeguata, è possibile effettuare il carico immediato, in caso contrario è preferibile aspettare alcuni mesi.

Non è solo un discorso di mettere i denti prima o dopo. l'osso che si forma con il carico immediato è di qualità migliore di quello che si forma con il carico differito: le lamelle ossee si orientano da subito nella "giusta" direzione, proprio per via del "carico", per poterlo sostenere nel tempo.

In caso di dubbio, o di inesperienza nel campo, la strada del carico differito non presenta grossi rischi.
Tenga inoltre conto che fior fiore di professionisti effettuano con successo esclusivamente carico differito, come altrettanti fior fiore di professionisti effettuano esclusivamente carico immediato.

E' fondamentale rivolgersi ad un bravo e coscienzioso implantologo; nel suo caso specifico, carico immediato o differito (ammesso che la situazione ossea permetta di effettuarlo) non fa, secondo me, una differenza sostanziale.

www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa