Utente
Buongiorno
Il giorno 28.02 ho estratto ottavo sx inferiore, operazione durata 10 minuti senza dolore e ghiaccio.
Purtroppo non sapendo come comportarmi ho sputato il sangue che perdevo per tre ore, e nel corso della giornata ho bevuto con una cannuccia pensando di proteggere la ferita dai liquidi.
Ho sviluppato credo per questi motivi un'alveolite post estrattiva per via della placca che ha infiammato l'alveolo; è stata fatta sulla gengiva curettazione e creato nuovo coagulo.

Memore degli errori precedenti ho fatto molta attenzione a non ripeterli, preoccupata di ricadere nell'alveolite.
Sto controllando lo spazio lasciato dal dente, rimasto aperto nonostante il punto dato, per assicurarmi di non interferire con la guarigione ma mi chiedo come possa tenere pulito lo spazio dal cibo che si incastra nonostante faccia attenzione a masticare dalla parte opposta.

Come faccio a capire com'è fatto il coagulo, come faccio a capire se quello che c'è nel 'buco' è fibrina o residui di cibo e come posso mantenere una corretta igiene della ferita senza compromettere coagulo, fibrina e guarigione?

[#1]  
Dr. Diego Ruffoni

36% attività
20% attualità
20% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima utente, nel cavo orale albergano miliardi di batteri e non è un pezzo di cibo, che come entra se ne esce, a scatenare un alveolite infettiva. Il coagulo in bocca difficilmente è completamente stabile, siamo in un lago di saliva, ambiente che consente il continuo rimaneggiamento del coagulo, con un continuo apporto di fattori di guarigione. Il dolore al contatto ci permette di controllare i traumi sulla ferita e il cibo si rimuove con un energico sciacquo dopo ogni pasto. La cosa è semplice, tutti i giorni vengono tolti migliaia di denti e la maggior parte guarisce spontaneamente.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/