Utente
Buongiorno.

Piccolo prologo sulla situazione.

Frequenti pericoroniti all’ottavo inferiore dx.

Mi è stato proposto di fare gengivectomia in modo da eliminare quella parte di tessuto che copre il dente del giudizio e non mi permette di lavarli correttamente.


Prima di fare l’intervento ero già indolenzito nella zona, ed avevo avuto una pericoronite allo stesso dente 3/4 settimane prima curata con antibiotici.


Post intervento non mi sono stati prescritti antibiotici dato che avevo terminato la cura poco prima (2/3 settimane circa).


A distanza di due giorni il dolore post gengivectomia aumentava esponenzialmente e fino al punto di prendermi praticamente tutta la parte sinistra del volto e del collo.
Pensavo di avere una otite oltre che ad un infezione in atto.


Andandomi a far visitare ho scoperto che la gengiva non è infetta e che non è nemmeno eccessivamente dolorante, riesco a toccarla senza problemi.


E a quanto pare la forma del mio male che non mi fa dormire da 4 giorni è questo trisma mandibolare, cioè sarò sincero, sono disperato, non riesco a dormire dall’intensità del dolore.


Mi è stato suggerito di fare impacchi di acqua calda ed esercitare la mandibola ad aprirsi, usando le dita.


Ma per il male avete qualche suggerimento?
Usare dei miorilassanti?
E quali esercizi suggerite?
Quanto ci metterò a sciogliere questo muscolo?

p. s. da 24 ore prendo macladin antibiotico in compresse ogni 12h per 5 giorni

Edit - adesso mi sta salendo la febbre a distanza di 3/4 giorni

Grazie in anticipo, gentilissimi.

[#1]  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
1)l'intervento di ulotomia non risolve le frequenti pericoroniti.
La soluzione è l'avulsione.
2)Il trisma è dovuto a contrattura spastica da accumulo di acido lattico a livello di dei muscoli masticatori(masseteri) per il lungo periodi in cui è rimasto a bocca spalancata.
Rimedi? Antinfiammatori, miorilassanti, impacchi caldo-umidi, strechting.Digiti su internet "mandibular strechting" per notizie sugli esercizi.


Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la gentile risposta Dr. De Socio.
L’intervento è stato molto veloce, all’incirca 10-15 minuti, è davvero possibile sia quella la causa?
Probabilmente, per puntarmi un po’ il dito addosso, sono stato con le mascelle serrate tutto il tempo dopo l’intervento, mentre provavo a dormire e nei momenti normali della giornata, forse è quella una possibile motivazione.

Sono una persona un po’ ansiosa, non vorrei mai fosse qualcosa di grave o fosse un’infezione che sta viaggiando o che ne so io.
Posso iniziare con questi esercizi suggeriti nonostante sia infiammato fortemente al momento? Il livello di dolore è nella mia top2/3 delle esperienze che ho vissuto, prende tutto dentro l’orecchio e praticamente mi fascia tutta la guancia, la mandibola e tutto sotto la mandibola fini quasi ad arrivare al mento, mente come dolore interno la sensazione è simile ad una tonsillite, dolore a deglutire etc.

La ringrazio ancora fortemente per la sua risposta.

[#3] dopo  
Utente
Voglio fare una precisazione.
La ferita dell’operazione è a posto, non mi fa male.

Sembra che il male parta dall’interno della gengiva dove mi è stata fatta l’anestesia.
Tutto sotto sono gonfio nel sotto mento fino alla mandibola e sono dolente al tatto (esternamente) ma anche nel punto che vi ho specificato.

Sono disperato dal male, non riesco a dormire da giorni con antibiotici e brufen