Utente
Egregi dottori,
Mi sono sottoposto negli ultimi 3 mesi a due estrazioni del dente del giudizio.


Il primo estratto a metà novembre, per il quale mi era stata prescritta una terapia antibiotica preventiva con Augmentin.


Il farmaco ha però provocato una reazione avversa e, essendo asmatico da sempre, ha provocato una sintomatologia asmatica particolarmente lunga e resistente.


Ieri mi sono sottoposto alla seconda estrazione.

Anche questa volta mi è stata prescritta terapia antibiotica preventiva, questa volta a con Klacid 500.


Ebbene, con mio grande stupore, anche questo antibiotico ha favorito una reazione asmatica, quindi, d’accordo con il dentista, ho deciso di interrompere l’assunzione del farmaco.


Per completezza segnalo che il Klacid 500 mi era stato prescritto per 4gg (1 compressa ogni 12 ore) mentre io l’ho assunto per 2 giorni (1 giorno prima e il giorno dopo l’estrazione) quindi complessivamente 4 compresse.


Non ci sono al momento particolari problemi (dolore in diminuzione e nessuna traccia di infiammazione o infezione) ma, avendo interrotto la terapia antibiotica a metà volevo chiedere: esistono di farmaci alternativi per scongiurare eventuali infezioni post-estrazione?

[#1]  
Dr. Giuseppe Antonio Privitera

32% attività
20% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2021
Buonasera,
se c'è una situazione infettiva, nulla meglio dell'antibiotico è efficace. Lei è allergico, per quello che mi riferisce, è allergico a penicilline (augmentin) e macrolidi (klacid).
Io personalmente, in caso di allergia a penicilline, prescrivo una classe di antibiotici delle lincosamidi.
Però lei chiaramente è un paziente allergico da porre in particolare attenzione, quindi qualora fosse possibile, le consiglierei una visita allergologica.
Dr. Giuseppe Antonio Privitera - Odontoiatra
Grazie per eventuali valutazioni dopo consulto
https://www.instagram.com/dr.giuseppep/

[#2] dopo  
Utente
Grazie della pronta risposta dottore.
Sicuramente indagherò su queste reazioni con un allergologo.

Non sembra ci sia alcuna infezione in corso; la ferita non sanguina e il dolore dell’area è in diminuzione.

Al momento sto facendo sciacqui con Curasept 0,20% dopo i pasti principali e come detto, assunta solo metà terapia antibiotica, quindi nient’altro che il collutorio.
Leggo tra l’altro su internet che le terapie antibiotiche preventive sono sconsigliate secondo le più recenti tendenze

C’è altro che possa fare al di là dell’antibiotico (ripeto prescritto in via preventiva) per evitare eventuali insorgenze di infezioni post estrazione?

[#3]  
Dr. Giuseppe Antonio Privitera

32% attività
20% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2021
Effettivamente lei ha ragione, perché la letteratura medica pone particolare attenzione nella prescrizione preventiva di antibiotico, eccezion fatta per pazienti con determinate patologie (es. pazienti portatori di pacemaker, valvole cardiache ecc).
Bene gli sciacqui col collutorio, mai energici, perché potrebbero sciogliere il coagulo di fibrina fondamentale per determinare la guarigione.
Un altro presidio utile è un gel, sempre a base di clorexidina, che si massaggia nella zona post estrattiva.
Ciò non toglie che qualora fosse necessaria, una terapia antibiotica è fondamentale. L'antibiotico impedisce l'infezione, che possa provocare dolore, e altri danni che ripeto, interessano principalmente pazienti con certe patologie. Non vi sono altri presidi medici.
Quindi le rinnovo il consiglio di una visita con l'allergologo, che potrà aiutarla in questo senso.
Spero di esserle stato chiaro
Dr. Giuseppe Antonio Privitera - Odontoiatra
Grazie per eventuali valutazioni dopo consulto
https://www.instagram.com/dr.giuseppep/

[#4] dopo  
Utente
Chiarissimo, la ringrazio