Utente
Salve,
vi espongo il mio problema. Il mio vecchio dentista mi aveva otturato un dente ma l'otturazione arrivava fin nella polpa e il dente mi ha fatto a lungo male. Il dentista non interveniva nonostante molte volte mi sia presentata al suo studio facendo presente il dolore al dente. Ho quindi deciso di cambiare dentista e dalla radiografia fattami dal nuovo dentista risultava appunto l'otturazione fin nella polpa con conseguente pulpite del dente. Mi è stato quindi devitalizzato ma circa 10 giorni dopo la devitalizzazione il dente ha cominciato a farmi male e si è gonfiata la gengiva superiore molto in alto. Inizialmente il dentista pensava fosse un ematoma causato dalla anestesia e mi ha prescritto degli antibiotici che hanno molto migliorato la situazione e ridotto il gonfiore. Finita la terapia antibiotica però il male è tornato insieme a un gonfiore più debole alla gengiva superiore. Tornata dal dentista mi è stato abbassato il dente con sospetto di trauma occlusivo. Continuati i problemi e a un mese dalla devitalizzazione sono stata io a chiedere al dentista di ritrattare il dente per paura che fosse sorto un granuloma. Così il dentista è intervenuto riaprendo il dente e ritrattandolo con un antibatterico credo, non candeggina. Però a 3 giorni dalla prima seduta di ritrattamento (che mi ha detto si svolgerà in 4 sedute) ho ancora dolore al dente e gonfiore nella gengiva sovrastante.
Per darvi delle altre informazioni utili preciso che dall'otturazione del primo dentista alla devitalizzazione sono passati 5 mesi e che al ritrattamento ho sentito abbastanza male quando il dentista è entrato con lo strumento fino all'apice ma solo in 2 canalini. Nelle radiografie, e ne ho fatte molte, non si vede assolutamente nulla di anomalo. Il male non è insopportabile ma ho gonfio il lato della gengiva sopra e appena tocco il gonfiore sento dolore. Il male coinvolge anche i denti intorno.
Io spesso di notte chiudo i denti molto forte ma ultimamente sto usando un bite, il che dovrebbe escludere problemi legati alla pressione eccessiva.
Sono molto preoccupata per il mio dente e sto cercando non una diagnosi, che si può fare solo alla visita, ma una rosa di possibilità.

Ringrazio in anticipo

[#1]  
Dr. Cataldo Palomba

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
considerando che sono passati solo 3 gg dalla seduta, e considerando che il collega è andato oltre apice, si tratta di sequele che possono comunque verificarsi.
Dovrà farsi rivedere dal suo dentista, telematicamente non è possibile dire altro, se non ipotizzare un ascesso alveolare o un enfisema sottogengivale, comunque evenienze facilmente risolvibili.
https://www.facebook.com/dentistarantonline
Risposta ad esclusivo scopo informativo, non costituisce diagnosi, non sostituisce la visita medica.