Utente
Buonasera,spero qualcuno possa chiarirmi di più la mia situazione,qualche mese fa decido di rimuovere un otturazione(amalgama)con la protezione,vado per la prima volta da questo dentista,avendo il molare 1.7 con amalgama cariato e un pò eroso ma saldo e senza problemi,solo per la rimozione protetta.Questo decide di estrarmi tutto il molare,lasciandomi esterefatta,senza farmici pensare e ormai sul lettino,mi son fatta estrarre il denteUn paio di anestesie in bocca,rimuove l'amalgama senza nessuna protezione,poi a fatica ma davvero a fatica mi estrae il dente,notai un odore diverso di osso diverso dal precedente mentre insisteva,ma mai avrei pensato mi potesse bucare fin sù.Mi manda a casa senza mettermi al corrente del danno subito,chinandomi sentii uscire aria dal naso,con sciaqui,passaggio d'acqua,era di sabato,fino al lunedì in ospedale non c'erano i dentisti,nel frattempo si ernia la mucosa sinusale.il lunedì il primario vede il buco anche di grandi dimensioni,vorrebbe farmi operare subito ma era tardi per la saletta operatoria,rimanda il giorno dopo,operazione più importante di quanto pensassi,dopo anestesia dolore insopportabile per quasi una settimana.Problematica,sinusite mascellare adattogena,fistola,naso perennemente si tappa soprattutto la notte,infiammazione generale naso,orecchie,occhi.Tac:ispessimenti mucosi aspetto polipoide su verisimile base flogistica a carico del recesso inferiore di entrambi seni mascellari,e a carico delle cellette etmoidali.setto nasale lievemente deviato verso destra,lievemente ipertrofici i turbinati inferiori.devo fare altre visite tra otorino e chi mi ha operato,il problema e che hanno chiuso da dentro ma il buco nei seni rimane lasciando formare muco stagnante con tutte le conseguenze,mi hanno parlato di ricostruire con un pezzo d osso sintetico o osso di animale allo stato liquido che poi si solidifica.potreste per cortesia delucidare la mia situazione,anche per andare per via lagale o penale,data la negligenza del medico sia per il danno che per non avermi messo al corrente del problema.scusate la lungaggine ma per far capire il problema era inevitabile,ringrazio in anticipo chi volesse umanamente aiutarmi,grazie .

[#1]  
Dr. Bruno Marcelli

20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Il problema, dal punto di vista chirurgico, si poteva risolvero solo con una plastica, così come è stato fatto. Bisognerebbe vedere il punto di partenza, ovvero la rx prima dell'estrazione, per capire se c'erano i presupposti per un danno di questo tipo. Spesso le radici dei molari sono nel seno mascellae, per cui con una certa frequenza può esitare una comunicazione. Di solito, chiudendo la comunicazione con il seno mascellare e con una terapia adatta, nel giro di qualche settimana tutto evolve in modo positivo. In più,a detta dei referti eseguiti dopo, sembrerebbe che la sinusite sia bilaterale, quindi un fatto flogistico, più o meno imponente, già esisteva. L'estrazione può avere esacerbato il problema.Tutto il ragionamento è fatto su dati poco clinici, desunti dal suo racconto e fare una diagnosi o darle un consiglio mi riesce difficile. Le auguro comunque di risovere presto e bene. Spero di esserle stato utile. Cordialmente Dott. Bruno Marcelli

[#2] dopo  
Utente
Buonasera,la ringrazio per l'attenzione,sono andata da un medico legale e da un dentista,il dente poteva evitare di rimuoverlo,han detto che guadagnava di più aggiustandolo(in senso ironico),il mio problema rimane l'osso in cima dove il muco stagna e mi provoca infezione,volevo capire se devono riaprimi o come qualcuno ha detto un incisione nella gengiva,per me questo è importante trovare un medico che pratica queste problematiche che possa chiarirmi cosa mi conviene fare o cosa si fà in questi casi.La ringrazio cortesemente per l'attenzione stò trovando omertà penso che un medico possa sbagliare,siamo umani,ma praticare solo per interesse proprio,porta a cose non belle e questo è un piccolo esempio.La ringrazio ancora per la cortese risposta,sperando di sistemare nel meglio posssibile,questa situazione.Cordiali Saluti

[#3]  
Dr. Bruno Marcelli

20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Gent.le signora, anche casi apparentemente semplici, nascondono delle insidie. Sta a noi prevenirle o saper riparare. Nel suo caso, per sapere cosa bisogna fare è necessario vedere esami rx ed effettuare un esame obiettivo, quindi un parere, in questo caso, sarebbe poco aderente ad una diagnosi, anche presuntiva. Posso consigliarle di rivolgersi ad un chirurgo maxillo facciale, università della sua città, oppure al s.Raffaele di Milano, può sottoporre il caso al Prof. Vinci, un ottimo chirurgo. Con le giuste competenze il caso può essere affrontato nelle maniera giusta. Le auguro di risolvere al più presto, così da poter riaquistare la fiducia che la maggior parte di noi medici, ne sono certo, meritiamo. Cordialmente, Dott. Bruno Marcelli

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio di cuore per la cortese risposta,io ho grande stima del mondo medico,soprattutto quando incontro medici che ti ascoltano e non pensano solo a riempirsi le tasche e riempirti di medicinali sapendo dei gravi danni che possono arrecare,ma questo fà parte dello sfogo,ho incontrato anche medici umani,grazie a Dio.Mi informerò con i medici che lei mi ha indicato,per il momento,posso solo ringraziarla nuovamente,farò sapere,se può servire a qualcun'altro!cordiali saluti a presto

[#5]  
Dr. Bruno Marcelli

20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Gent.le signora, i consigli di un Medico o di chiunque pratichi professioni mediche, penso che debbano venire dalle conoscenze, ma anche dal cuore. Il paziente ha bisogno di aiuto e lo cerca in noi. Abbiamo fatto un giuramento e se Ippocrate potesse giudicare, spero che ci ritenga suoi degni eredi. La saluto cordialmente con l'augurio, anche mio, di una classe medica sempre migliore, con la mente e con il cuore. Cordialmente Bruno Marcelli

[#6]  
Dr. Vincenzo Bellinvia

24% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2004
Dalla descrizione del suo caso,ritengo che si possa effettivamente risolvere con l'applicazione chirurgica di una"pezza"per chiudere il difetto mucoso..
Difficilmente andrà a posto da solo.
Si faccia operare in un centro che esegue routinariamente questi interventi.
Cordialmente
Enzo Bellinvia
DOTT. VINCENZO BELLINVIA
Medico chirurgo
Spec. in ortognatodonzia
Spec. in odontostomatologia

[#7] dopo  
Utente
Scusi per il ritardo,ma solo oggi ho letto la posta,ringrazio anche lei davvero di cuore,vorrei trovare qualcuno che mi possa risolvere questo problema senza causarne altri,come dice lei chi lo pratica di routine.devo ancora contattare il professore consigliato dal gentil Dott. Marcelli,terrò aggiornati,data la vostra disponibilità,grazie ancora di cuore è fondamentale avere a che fare con persone che vogliono anche il bene altrui.grazie