Utente 351XXX
buongiorno, spero possiate darmi una risposta.
Al controllo annuale del seno in un quadro di mastopatia generale è stata evidenziata in corrispondenza del QSE un'area rotondeggiante solida di dimensioni circa mm 9x7 ad ecostruttura disomogenea prevalentemente isoecogena con microaree anecogene nel contesto di non univoca interpretazione (esiti contusivi del tessuto adiposo?) meritevole di controllo a breve distanza (3-4 mesi).
Ho riportato il passo dell'ecografia testualmente. Cosa significa?
E' preoccupante?.
Ringrazio chiunque potrà rispondermi.
Saluti

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

l'orientamento complessivo è quello di una lesione benigna, ma non è molto chiaro ("non univoca interpretazione", esiti contusivi del tessuto adiposo ?).

Lo dimostra anche la richiesta a 4 mesi per un controllo. Vuol dire che non ci sono elementi sospetti in senso oncologico.
IN CASO CONTRARIO L'ECOGRAFISTA AVREBBE RICHIESTO UN CONTROLLO PIù RAVVICINATO OD UN ULTERIORE APPROFONDIMENTO DIAGNOSTICO.

La mammografia cosa dice ?
Se non l'ha già fatta a 47 anni è indicata soprattutto in presenza di un nodo solido.

Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 351XXX

Innanzitutto grazie per la risposta.
Subito dopo l'ecografia ,allarmata, ho fatto una mmanmmografia che tra l'altro eseguo ogni anno , la quale ha rilevato:
"Parenchima ghiandolare di aspetto denso.
Si osserva un piccolo addensamento in corrispondenza dei QQSS visibile solo nella proiezione laterale di aspetto aspecifico ma non presente nel controllo dello scorso anno".
Spero di aver fornito più dettagli e di poter confidare in una nuova risposta.
Grazie
Saluti

[#3]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

anche la mammografia non è in grado di formulare una diagnosi .

In considerazione della Sua età, il riscontro di un nodo solido non presente nelle precedenti indagini, merita sempre un approfondimento diagnostico.

Se ne occupi senza preoccuparsene. Richieda una visita senologica e ci aggiorni se lo desidera.

Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 351XXX

Certamente seguo il suo consiglio, ho già preso appuntamento.
Quello che mi sono dimenticata di aggiungere è che la radiologa mi ha detto che potrebbe trattarsi di una ghiandola.
E' possibile? E come mai si vede in una sola proiezione?
Mi ha anche detto di fare un agoaspirato nel loro centro, Lei cosa ne pensa?
Mi perdoni le molte domande.
Grazie molte.
Saluti

[#5]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

non avendo sottomano la mamografia non posso esprimere ulteriori pareri. La mia sensazione, che quindi non conta nulla, è che non ci sia nulla di sospetto in senso oncologico.

Concordo tuttavia, sempre in considerazione della Sua età, con l'indicazione a completare precauzionalmente l'iter diagnostico con l'agoaspirazione prospettataLe.

Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 351XXX

Molte grazie per l'interessamento e buon lavoro.
Saluti

[#7]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ci aggiorni, se lo desidera, dopo l'agoaspirazione .

Cordiali saluti.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
Utente 351XXX

Buongiorno Dottor Catania,
salve a tutti.
Questa mattina ho effettuato la visita senologica oncologica presso L'Istituto Regina Elena di Roma.
Il medico non ha trovato nulla , ha detto che si tratta di un fibroadenoma tra l'altro estremamente mobile.
Comunque sulla base del referto ecografico mi ha prescritto una nuova ecografia presso questo istituto e se il radiologo lo riterrà necessario procederà con l'agoaspirazione.
Grazie ancora.
Saluti


[#9]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
Pur mancondomi elementi diagnostici diretti, e pur continuando a ritenere che si tratti di una lesione benigna, se vuole un mio parere,
io procederei senz'altro ad una agoaspirazione perchè tutto è possibile, ma la SUA ETA' è da ritenere ATIPICA per l'insorgenza di un fibroadenoma.

INDIPENDENTEMENTE DALL'ESITO DELLA ECOGRAFIA !

In altre parole : un fibroadenoma che insorge a 47 anni (possibile, ma raro !) necessita SEMPRE di un approfondimento diagnostico o addirittura una asportazione.

Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#10] dopo  
Utente 351XXX

Buongiono Dott. Catania,
buongorno a tutti.
Stamattina ho eseguito l'ecografia al Regina Elena, la quale non ha detto niente di più della precedente, anzi è stata molto più sintetica: nodulo solido di circa mm 9 nel QSE destro. Si esegue ago aspirato del nodulo.
Non segni di complicazione dopo la procedura.
Dopo l'agoaspirazione sono tornata dall'oncologo il quale mi ha detto che l'esame potrebbe rivelare cellule di un fibroadenoma e che quindi andrebbe ricontrollato a breve (3 mesi), oppure potrebbero esserci alcune cellule atipiche e perciò andrebbe tolto.
In poche parole mi conferma ciò che lei mi aveva anticipato.
Ma io sono molto in ansia, cosa significa cellule atipiche? Lei mi dice che non sembra preoccupante in senso oncologico, ma allora perche mi prospetta l'eventualità di asportarlo?
La ringrazio anticipatamente.

[#11]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile signora,
come si fa ad esprimere un parere se ancora non conosciamo l'esito dell'esame citologico ?
Ci aggiorni e Le risponderemo senz'altro.
Cordiali saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#12] dopo  
Utente 351XXX

Ma io non chiedevo un parere sull'esame citologico, chiedevo come mai se Lei, Dottor Catania, ritiene che sia una lesione benigna potrebbe avere bisogno di essere asportata?
La ringrazio per l'attenzione
Cordiali saluti

[#13]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
A 47 anni qualsiasi lesione la cui benignità non sia del tutto CERTA deve essere asportata precauzionalmente, mentre a 30 anni la stessa lesione potrebbe essere tenuta sotto controllo.

Anzi anche se l'esame dovesse prospettare la possibilità di un fibroadenoma, io Le consiglierei di asportarlo, perchè la Sua è da considerare una età ATIPICA per l'insorgenza, pur possibile, di tale lesione benigna.

In ogni caso però, pur se comprensibile, è del tutto ingiustificata la Sua preoccupazione, perchè si tratta pur sempre di un intervento in anestesia locale in regime di day-Hospital e in grado di restituirLe una definitiva tranquillità.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#14] dopo  
Utente 351XXX

Buongiorno e grazie per l'attenzione e sopratutto per le rassicuranti parole.
Se posso permettermi ancora una domanda vorrei sapere se non è un fibroadenoma che cosa altro intende per lesione benigna?
Grazie ancora e buon lavoro.

[#15]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

impossibile rispondere tramite Internet in assenza di tutta la documentazione in Suo possesso.

La maggior parte delle lesioni della mammella sono benigne.

Il capitolo della patologia della mammella è costituito da una serie eterogenea di entità cliniche non necessariamente patologiche, perchè talvolta sono espressione di un processo dinamico che si verifica nella mammella NORMALE nel corso della vita di una donna.

Purtroppo poichè alla Sua età la diagnosi differenziale va posta con
lesioni oncologiche, quando persistono dubbi è necessario un approfondimento diagnostico precauzionale.
Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#16] dopo  
Utente 351XXX

Sinceramente grazie,
non la disturberò oltre.
Cordiali saluti

[#17]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non disturba affatto !
Anzi ormai sono anche curioso di conoscere l'esito dell'esame citologico.
Cordiali saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#18] dopo  
Utente 351XXX

Quanto vorrei provare anche io solo la curiosità!
Per ora l'unico sentimento che provo è solo ansia.

[#19]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Capisco il senso di quel che scrive.
Ma la mia era sono una replica al SUO "non la disturberò più.

Crede veramente che solo la curiosità animerebbe le nostre GRATUITE risposte in una domenica pomeriggio?

E poi perchè un sentimento di curiosità deve avere necessariamente un connotato negativo se è invece sinonimo di INTERESSE e IMPEGNO PROFESSIONALE..?.....e ciò viene dimostrato dai fatti anche se certamente non sta a me dirlo.


Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#20] dopo  
Utente 351XXX

Dottor Catania sono veramente dispiaciuta,
non era assolutamente mia intenzione dire ciò che Lei ha interpretato dalle mie parole.
Stavo solo sfogando lo stato d'ansia che mi affligge in questi giorni e che per troppi dovrò ancora sopportate.
Mentre Lei rispondeva (vedo l'orario) ero a tavola con mio marito a parlare proprio del sentimento che La anima per essere li sabato,domenica oltre agli altri giorni, a rispondere a chiunque abbia dei dubbi. Insomma Le posso garantire che le parole che Lei ha detto erano argomento della nostra discussione.
E poi , secondo me il sentimento di curiosità è quel sentimento che ci permette di apprezzare la vita senza il quale non si potrebbe progredire.
Mi dispiace e mi scuso se lo offesa
La stimo sinceramente.
Cordiali saluti

[#21]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Stia tranquilla non ho minimamnte dubitato del senso delle Sue parole.

Ci aggiorni dopo l'esito dell'esame citologico.
Cordiali saluti.
Salvo Catania
www.senosalvo.com
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#22] dopo  
Utente 351XXX

Buona sera Dott. Catania,
le trascrivo il brutto esito del referto:
il materiale in esame risulta costituito da tessuto fibroadiposo ad elementi duttali isolati e riuniti in aggregati morulari con marcate atipie citocariologiche.
C4 sospetto di malignità secondo E.G.Q.A.
Cosa significa?
Cordiali saluti

[#23]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Vuol dire esattamente quello che mi ha trascitto Lei :
" Sospetto di malignità" !

Avevo purtroppo ragione, anche se speravo di sbagliarmi, a metterLa sull'avviso quando mi scriveva ....di FIBROADENOMA ...a 47 anni (!)

Comprendo la Sua ansia ma le rammento che si tratta pur sempre, qualora la malignità fosse dimostrata dall'esame istologico definitivo, di una diagnosi PRECOCE (nodulo inferiore al cm) e quindi facilmente risolvibile con un intervento conservativo e con altissime probabilità di guarigione.

Anche se dovesse trattarsi di un tumore nel Suo caso se la caverebbe con l'asportazione di un piccolo quadrante della mammella e del cosiddetto Linfonodo Sentinella.

Può trovare ulteriori dettagli anche sul mio sito riguardo ad una lesione scoperta in stadio precoce, come nel Suo caso.
www.senosalvo.com >>>>>>>>>> (clicca su TERAPIA CHIRURGICA).

Mi aggiorni , se lo desidera o esponga pure ulteriori dubbi !
Cordiali saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#24] dopo  
Utente 351XXX

L'oncologo sta programmando un intervento di sola asportazione del nodulo in regime di Day hospital.
Questo cosa significa che si prospetta l'eventualità che dovrebbe poi intervenire nuovamente se l'esame istologico desse esito positivo?
Non mi ha prospettato l'eventualità ne della quadrantectomia ne del linfonodo sentinella, ha parlato di un eventuale tumore capsulato.
Cosa significa?
E' giusto l'iter?
Cordiali saluti

[#25]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ci sono due modalità di approccio :

La prima è quella che Le hanno proposto.

La seconda è quella di accertare intraoperatoriamente la natura della lesione ed, in caso di lesione maligna, procedere in UN SOLO TEMPO alla quadrantectomia più analisi immediata del Linfonodo Sentinella.

Quando ce ne sono le indicazioni io propongo, nell'interesse della paziente che non deve subire 2 interventi, la seconda soluzione soprattutto se anche gli esami strumentali (mammografia ed ecografia)
sono suggestivi di "malignità".
Cordiali saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#26] dopo  
Utente 351XXX

Mentre mi inviava la risposta ho modificato il mio messaggio, che diceva che il medico mi ha parlato di un eventuale tumore capsulato.
Cosa significa? e in questo caso sarebbe giusto optare per la sola asportazione del nodulo?
Scusi il disturbo delle tante domande.
Cordiali saluti

[#27] dopo  
Utente 351XXX

Tra l'altro abbiamo tempi di attesa di circa un mese.
Tutto questo tempo potrebbe rappresentare un rischio?

[#28]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non so cosa significhi "capsulato" perchè se si tratta di un tumore
maligno non possiede "una capsula".

Esistono varietà infrequenti di tumori, come ad esempio il CARCINOMA MIDOLLARE, (5-7 % delle neoplasie mammarie), che si manifestano con un nodulo ben circoscritto e che in una donna giovane (NON A 47 ANNI !) può fare pensare ad un fibroadenoma.
In ogni caso si tratta di un tumore a prognosi favorevole !

Un mese di attesa , ma solo in LINEA TEORICA, non costituisce un grave ritardo.

Se si pensa invece all'implicazione psicologica che tale ritardo comporta a mio avviso è assolutamente non tollerabile.

Contatti una istituzione della Sua città che tramite il SSN sia in grado di accorciare i tempi di attesa, almeno della metà.

Se ha difficoltà in tal senso mi contatti alla mia mail privata e cercheremo di risolvere il problema.
(salvo.catania@libero.it)



Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#29] dopo  
Utente 351XXX

Buongiorno,
credo che abbia usato il termine capsulato per descrive a me , profana , una situazione di un nodulo che non sia tutto coinvolto ma che contenga solo qualche cellula maligna. E' possibile o mi stanno indorando la pillola?
Per quanto riguarda i tempi di attesa, oggi andrò a parlare nuovamente con il medico e se dovesse confermarmi essere tali credo che opterò per la costosa soluzione dell'intromoenia che , guarda caso, mi permetterebbe di operarmi lunedi prossimo.
La ringrazio fortemente per avermi proposto il suo aiuto, ma non ce la faccio più ad attendere, da quando è insorto questo dubbio è trascorso quasi un mese.
Mi farà piacere se potrà ancora rispondere alla mia domanda.
Grazie e buona giornata

[#30]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non posso ovviamente immaginare ciò che non conosco.
Se vuole fornirmi ulteriori dettagli sui tempi d'attesa può farlo anche sulla mia mail. Potrei anche fornirLe qualche indirizzo per fare l'intervento in regime di SSN.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#31] dopo  
Utente 351XXX

Buonasera dott. Catania,
buonasera a tutti.
Ho tolto il nodulo lo scorso martedì ed ho il referto citologico.

Descrizione macroscopica:
Due frammenti di tessuto mammario rispettivamente di cm 1,5x1 e cm 1,6x0,8. Il frammento di cm 1,5 è sede di un'area dura biancastra di 0,9 cm. Nel secondo frammento si reperta una formazione nodulare di cm 0,5.
1) frammento di cm 1,5 con neoformazione di cm 0,9
2) frammento di cm 1,6 con formazione nodulare di cm 0,5
UICC 2002 pT1b


Diagnosi:
1) carcinoma duttale infiltrante di tipo NOS di grado 2 secondo la classificazione di Bloom e Richardson modificata da Nottingham Elston (architettura tubulare 3, pleomorfismo nucleare 2, attività micotica 1) in presenza di componente intraduttale di alto grado di tipo cribiforme (10%). Abbondante la reazione desmoplastica e scarso l'infiltrato infiammatorio intra e peritumorale.

2) Fibroadenoma nel contesto di mastopatia fibroso-cistica con aspetti di adenosi tubulare.



Che si tratti di un carcinoma particolarmente aggressivo lo so , stessa sorte 10 anni fa mia sorella,quello che non conosco sono tutte le descizioni, e naturalmente oggi è sabato e in ospedale il medico non lo trovi neanche con il lanternino.
Qualcuno può gentilmente fornirmi altre indicazioni?
Cosa significano tutte queste sigle?
Grazie
Saluti

[#32]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Chi dice che è particolarmente aggressivo ?

Intanto si tratta di un T1 e manca ancora la risposta di diversi parametri (es. recettori ormonali , stato dei linfonodi ascellari ecc) per poterlo definire tale.

Dopo decine di repliche spero me lo consenta : ma i suoi curanti di fiducia ...."parlano" con Lei ?
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#33]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Inconsapevolmente ho usato anche io una sigla :T1.
Si intende Tumore primitivo di dimensioni inferiori a 2 cm
(nel Suo caso MOLTO inferiore quindi ).

Pensavo, in considerazione del fatto che il nodo fosse FORTEMENTE SOSPETTO, che contestualmente all'asportazione del nodo primitivo Le avessero asportato per una analisi definitiva anche il Linfonodo Sentinella, ma vedo che Lei non ne fa menzione.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#34] dopo  
Utente 351XXX

Non solo glielo consento ma la ringrazia della domanda,
la mia risposta è: NO o meglio si ma credendo di aver di fronte una paziente di un secolo fa.
Perchè l'approccio del Regina Elena con i suoi pazienti è così.
Tu non sei un persona che ha una malattia, tu sei un malato.
Questo accadeva 10 anni fa con mia sorella e a tutt'oggi no è cambiata una virgola.
Pensi che mia sorella fece una eco in quella struttura le dissero che doveva immediatamente operarsi e le garantivano che era un semplice nodulo.
Lei pretese maggiori informazioni, non ci furono, chiese allora di fare una mammografia ,le fu negata, allora prendemmo la decisione di farla privatamente perchè avevamo intuiti e VOLEVAMO SAPERE.
Fu li che ci dissero la verità.
Andò ad operarsi e mentre salivamo in ascensore per endare in sala operatoria il chirurgo le garantiva ancora una volta di trovarsi di fronte ad un banale nodulo.
Io sono seguita dagli stessi medici, gli ho ricordato questa situazione e gli ho chiesto di non usare la stessa politica che tanto non attacca.
Ma a quanto pare non serve.
Io mi chiedo: una donna che ha assunto una consapevolezza dell'importanza del controlli possibile debba essere trattata così, possibile non capiscono che andrò a documentarmi altrove prendendo anche informazioni sbagliate e e facendomi magari ancora più male?
Mi scusi lo sfogo Dott. Catania, ma questo è stato il problema che non mi permesso di affrontare adeguatamente la situazione.
Ora dovrò fare la quadrantectomia e il sentinella, al solito i tempi di attesa sono il solito mese,(tra l'altro mettendomi il tarlo della "celulina" che nel frattempo potrebbe scappare.
MA QUESTA VOLTA NON CI STO.
Mi hanno escluso la possibilità della chemio..........altra balla?
Quanto vorrei che mi venissero prospettate le variè eventualità
Mi scusi ancora e veramente grazie per tutto

[#35] dopo  
Utente 351XXX

Vedo ora il nuovo post:
come ho detto il sentinlla non è stato tolto , ho solo asportato il tumore.
Mi hanno detto che la tecnica dell'estemporanea non si usa per noduli così piccoli.
Però GUARDA CASO la tumorectomia in intramoenia si fa mentre la quadrantectomia no.
A buon intenditor, ma lei mi aveva messa sull'avviso...........

[#36] dopo  
Utente 351XXX

mi sono dimenticata di dire che nella cartella clinica dell'intervento di martedi, si parla di asportazione di UN nodulo di circa 9mm, del secondo fibroadenoma io l'ho saputo oggi ritirando il referto istologico.
Ne mi era stato detto, ne era nella descrizione..............

[#37]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Fare una estemporanea intraoperatoria di 0,9 cm è routine di tutti i giorni perchè ormai i tumori si scoprono mediamente in quello stadio
Cosa altro dire ?
Mi aggiorni se lo desidera e intanto dimentichi di avere avuto un fibroadenoma che è ininfluente su tutta la Sua storia clinica.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#38] dopo  
Utente 351XXX

Infatti mia sorella la fece (cm 0,8x1), ma oggi mi hanno risposto che non si fa più perchè non è corretto per la donna e perchè la parte asportata deve poi subire un secondo esame che a quel punto, dopo aver già eseguito il primo , potrebbe non dare più indicazioni più "perfettamente esatte".
Al fibroadenoma non ci penso ma al fatto che non sia stato trascritto si; rendwe il quadro dell'informazioni che mi danno su ciò che riguarda la mia persona e la mia salute.
L'aggiornerò sicuramente, dal momento che me lo consente e approfitto per esprimerle tutta la mia gratitudine.
Cordiali saluti

[#39]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Secondo questa versione TUTTI I TUMORI DI PICCOLE DIMENSIONI dovrebbero necessariamente essere sottoposti a 2 interventi .

Nella pratica routinaria ciò non accade.

Io parlo in linea generale perchè nel Suo caso non è possibile fare valutazioni corrette via Internet senza un riscontro diretto.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#40] dopo  
Utente 351XXX

Buongiorno Dott. Catania, buongiorno a tutti.
Ho finalmente concluso l'iter operatorio ed ho tutti i risultati oltre l'istologico del nodulo che già ho trascritto:

estrogeno r. clone 6f11 ucs diagn. 50%
progesterone r. clone pr88 biogenex 90%
her2 policlonale dako negativo
ki67 ag.prolif. clone mib-1 dako 15%
p-53 clone do7 dako negativo
bcl-2 124 biogenex 90% (score 2+)


conclusioni
il preparato esaminato presenta recettori estro-progestinici positvi e basso indice di proliferazione.
score recettori secondo allred : er:6, pgr.8
score her2 (negativo 0/1+ - positivo 2+/3+):1+

Per quanto riguarda il quadrante e i linfonodi ecco il referto:

Descrizione macroscopica:
Losanga di cute dimensioni cm. 3x1,5 con parenchima mammario dimensioni cm. 6x3x4.
1) margine areolare
2) margine laterale
3) margine mediale
4) cute
5) parenchima
6) linfonodo sentinela
7) linfonodi adiacenti

Diagnosi:
1-5 Margini esenti da infiltrazione neoplastica. Cute esente da infiltrazione neoplastica. Parenchima mammario sede di mastopatia fibroghiandolare.
6)Linfonodo sentinella esente morfologicamente, nelle sezioni esaminate, da ripetizione neoplastica.
7)7 Linfonodi adiacenti esenti da ripetizione neoplastica.
pN0, pMx, UICC 2002

Per quanto riguarda l'esame immunoistochimico non è stato ancora refertato ma mi è stato comunicato che è negativo, mentre in merito ai linfonodi adiacenti, mi è stato detto che ne erano stati tolti tre ma io ne leggo sette, poi chiederò spiegazioni, non so se si tratta di un errore di battitura poichè si ripete il sette.

Dopo tante risposte ricevute mi sembrava doveroso comunicare anche a voi, in particolare al Dott. Catania, i risultati definitivi e soprattutto augurarvi Buone Feste

[#41]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Potrebbero essere anche sette i linfonodi asportati, non credo si tratti di errore di battitura.

Ancora meglio !

Tanti auguri
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#42] dopo  
Utente 351XXX

E infatti sono proprio sette, aveva ragione!

Auguri.

[#43]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Tanti AUGURI
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#44] dopo  
Utente 351XXX

Buongiorno dott. Catania,
volevo dirle che questa settimana vedrò l'oncologo che mi terrà in cura (lo stesso che ha in cura mia sorella), se le fa piacere la terrò aggiornata sulle terapie che dovrò fare.
Saluti

[#45] dopo  
Utente 351XXX

Buongiorno e buon sabato,
mi riaggancio da qui in modo che possiate avere un quadro completo.
In questi 5 anni sono stata in terapia con Nolvadex e Decapeptyl, l'ultimo controllo oncologico l'ho avuto a ottobre dove l'oncologa mi ha detto che allo scadere dei 5 anni e cioè a febbraio, avrei dovuto interropere ogni farmaco.
Quindi la scorsa settimana ho preso l'ultima compressa.
Ora però, sento dire che le ultime linee guida sono orientate per la terapia con tamoxifene per 10 anni, voi cosa ne pensate?.
Temo che quando l'oncologa mi ha detto di interrompere ancora non si era a conoscenza del nuovo orientamento, e purtroppo non so a chi chiedere poichè in questi sono stata vista ogni volta da un medico diverso.

Grazie e saluti