Utente
salve vorrei sapere se l'uso prolungato di piccoli elettrodomestici entrati nell'uso comune e a stretta vicinanza col corpo,puo' generare danni a lungo termine.Per fare un esempio:sono solito navigare con il mio tablet a letto poggiato sullo stomaco e collegato sia alla rete elettrica che ad internet con una chiavetta umts.D'altronde se a decretare il successo di alcuni congegni e' la comodità di utilizzo non avrebbe senso avvolgerli nella carta stagnola e tenerli a debita distanza.Mi domando,quindi,se abitudini come questa,(utilizzo forni a microonde o coperte termoriscaldate per citare altri esempi)rappresentino qualcosa di malsano o di innocuo;riferendomi nella specificità dell'esempio del tablet da me riportato sia al relativo campo elettrico che alle onde radio generate dal modem.Grazie anticipatamente per la risposta.

[#1]  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
mentre è chiaro l'effetto cancerogeno delle radiazioni cosiddette ionizzanti, non lo è per le radiazioni non ionizzati come le onde elettromagnetiche. Tanto si è detto ma una parola chiara ancora non è stata scritta.
In attesa di prove tuttavia, il National Cancer Institute ed il National institute of Environmental Health Sciences danno alcune raccomandazioni cautelative come evitare di stare troppo vicini a forni a microonde in funzione, spegnere coperte elettriche prima di usarle, evitare di far giocare bambini vicino a trasformatori o linee ad alta tensione.
Ancora di meno si può dire riguardo a fonti di onde elettromagnetiche, come telefonini e reti wireless, che si sono diffuse, sia pur in modo dilagante, solo negli ultimi 10-20 anni. Tuttavia, ammesso che vi siano degli effetti rilevanti, anche senza rilvare una associazione diretta, si sarebbe dovuta registrare una impennata dell'incidenza di tutti o meglio di alcuni tipi di tumori, e questo non sembra essere accaduto. Speriamo non accada nei prossimi anni.
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro