Utente
A mia madre 67 anni è stato riscontrato un adenocarcinoma ovarico sieroso papillifero a cellule chiare, stadio IIIA
In questi giorni ha finito i 6 cicli di chemioterapia Carboplatino + Caelix.
I marker tumorali risultano tutti nella norma ad eccezione del
ca 15-3: ultimi due risultati 36,9 e poi 41,6.
Cosa significa? c'e' una ripresa di malattia anche se il ca 125 continua a mantenersi intorno al 13/14?
Puo' esserci un cancro al seno?
Un anno prima rispetto alla scoperta del cancro all'ovaio mi madre ha avuto un'infezione alla mammella curata con antibiotici. C'e' relazione con questo?
Ringrazio anticipatamente chi mi puo' dare informazioni in merito, complimenti il Vostro è un servizio importante e unico.

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
La sorveglianza clinico- strumentale è necessaria, ma credo che non ci sia alcuna correlazione con il seno.
Inoltre i valori dei markers sono nei limiti della norma.
Ci trascriva l'esito della ultima mammografia.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2]  
Dr. Roberto Saccozzi

20% attività
0% attualità
4% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2008
Gent.Sig.ra
Il marcatore CA 15-3 può essere mosso anche per neoplasie ovariche e per patologie benigne della mammella. Il punto importante è sapere quale è il valore ritenuto normale dal suo laboratorio e se i dosaggi sono stati fatti dallo stesso laboratorio.
I marcatori salvo eccezioni servono principalmente per monitorare il decorso postoperatorio. Non c'è nessuna correlazione tra infezione della mammella e neoplasia ovarica.
Cordiali saluti
Dr. Roberto Saccozzi
roberto.saccozzi@gmail.com