Rischio embolia dopo operazione piede

Salve,
vorrei porre alcune domande riguardo la situazione di mia madre: ha 57 anni e una settimana fa ha subito un'operazione percutanea al piede per la correzione dell'alluce valgo e delle altre 3 dita(le ha operate tutte ad esclusione del mignolo). Dopo l'operazione il medico non le ha effettuato alcuna puntura di eparina o anticoagulante, dicendo che per questo tipo di intervento non è necessario.
Premesso che mia madre è un soggetto molto ansioso e ansiogeno, ha paura che le possa venire un embolo o una trombosi, spesso lamenta il fatto di sentirsi gli arti addormentati (ma penso sia dovuto al fatto di dover restare molto tempo ferma nella stessa posizione)e inizia a camminare..non so se è meglio o peggio, poichè leggevo che per questo tipo di intervento è necessario stare il più fermi possibile all'inizio.Le mie domande sono:
c'è un tempo limite dall'intervento entro il quale si può scongiurare il rischio di un embolia/trombosi?;o si potrebbe verificare anche a distanza di settimane ,mesi??Quanto rischio c'è che si verifichi un'embolia o trombosi con questo tipo di operazione?potrebbe chiedere ora al medico una cura di eparina o anticoagulante, in modo da stare tranquilla e non vivere dell'ansia e nella paura?Vi prego di illuminarmi perchè mia madre sta vivendo nell'ansia e fa vivere nell'ansia anche noi!!
grazie mille
[#1]
Dr. Giuseppe Internullo Ortopedico, Chirurgo della mano 732 21 11
Il rischio di una flebite agli arti inferiori è una complicanza, riportata in letteratura, che si può manifestare anche in soggetti a cui è stata prescritta una terapia anticoagulante. Ogni intervento agli arti inferiori comporta questo rischio.

Dr. Giuseppe  INTERNULLO
www.chirurgiadellamanocatania.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dott. Internullo,
grazie per la risposta, quello che però più mi premeva sapere era se c'è un tempo limite(approssimativo ovviamente)dall'operazione, entro il quele si possa scongiurare una trombosi.(ad esempio si può verificare anche dopo 1 mese,2 mesi???)
Una puntura di eparina ne riduce comunque i rischi senza comportarne degli altri???in caso affermativo è possibile farla a distanza di diversi giorni dall'intervento?
Un'ultima informazione: dato il tipo di intervento , è meglio che cammina o che stia ferma??

grazie ancora
[#3]
Dr. Giuseppe Internullo Ortopedico, Chirurgo della mano 732 21 11
le indicazioni al carico devono essere date dal chirurgo che l'ha operata.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa