Utente
salve,
vorrei porre una semplice domanda: dopo una meniscectomia selettiva al menisco laterale cambia la struttura del ginocchio?
Rendo la domanda piu comprensibile..Avendo una lesione al L.C.A attuando la rimozione del menisco ,esso è piu sollecitato? Oppure rimane tutto come prima?
grazie mille

[#1]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La meccanica articolare del ginocchio e' innanzitutto alterata dalla lesione del LCA
Aver rimosso il menisco crea una diversa distribuzione dei carichi tra la tibia ed il femore. Se il LCA e' assente e' verosimile pensare che i menischi (e la porzione residua di menisco nel suo caso) siano piu' sollecitati.
Cordiali saluti,.
Dr. Roberto LEO

[#2] dopo  
Utente
salve dottore le spiego:
sono 4 anni che eseguo ogni attivita sportiva con "fascio del L.C.A completamente scomparso",una porzione è attaccato al L.C.P ,incurante di tutto cio e non dandomi mai problemi 15 giorni fa ho eseguito una meniscectomia selettiva del menisco esterno..Il medico mi ha detto che è d'obbligo la ricostruzione del legamento potendomelo rompere anche scendendo le scale...Io mi chiedo:me l ha detto perchè ora,con la rimozione del menisco(15-20%)il crociato è piu sollecitato..?Oppure è rimasto tutto come prima..Se prima riuscivo a fare ogni sport senza problemi con un ottima trofia muscolare posso ritornare a fare le stesse attività anche in queste condizioni?
grazie,
ps..mi è stata diagnosticata una condropatia di I grado

[#3] dopo  
Utente
perchè nessuno risponde?

[#4]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
nessun altro risponde perche' se la prima risposta e' stata eseguita da un professionista (il sottoscritto) e' buona norma lasciare al professionista stesso la replica senza intromissioni da parte di altri colleghi.
Il ritardo e' dovuto al w-e nel quale mi sono concesso la possibilita' di non connettermi al sito e dunque non ho fornito ne' consulti ne' risposte a ulteriori domande dei pazienti.
Veniamo alle risposte.
--------------------------------
me lo ha detto perchè ora,con la rimozione del menisco(15-20%)il crociato è piu sollecitato..?
IN PRESENZA DI UN CROCIATO ROTTO E' IL MENISCO AD ESSERE PIU' SOLLECITATO TANTO CHE LEI SI E' INFATTI ROTTO IL MENISCO.
IL CONSIGLIO PER LA RICOTRUZIONE E' SCATURITO PROBABILMENTE DAL FATTO CHE LEI E' GIOVANE E GIUSTAMENTE DESIDEROSO DI FARE SPORT PERTANTO E' CONSIGLIABILE AVERE UN GINOCCHIO STABILE.

e prima riuscivo a fare ogni sport senza problemi con un ottima trofia muscolare posso ritornare a fare le stesse attività anche in queste condizioni?
LA SUA GIOVANE ETA' VEROSIMILMENTE LE CONSENTIRA' DI RIPRENDERE GLI SPORT.
TUTTAVIA IN PRESENZA DI UNA LESIONE MENISCALE GIA' OPERATA E DI UN CROCIATO ROTTO PUR SE PARZIALMENTE E NON RICOSTRUITO LA RIPRESA DEGLI SPORT AD IMPATTO QUALI LA CORSA, IL RUGBY LA PALLACANESTRO IL CALCIO LA PALLAVOLO PUO' COMPORTARE IL RISCHIO AUMENTATO DI NUOVI TRAUMI E FORSE ANCHE DI UNA USURA ACCELERATA DEL MANTELLO CARTILAGINEO CHE RIVESTE IL FEMORE E LA TIBIA

Le consiglio di parlarne meglio con il suo chhirurgo
Cordiali saluti.
Dr. Roberto LEO

[#5] dopo  
Utente
è stato chiarissimo!Grazie mille dottore