Utente
A seguito di una frattura scomposta e poliframmentaria del mio gomito sx e successiva riduzione della frattura malricomposta si configura l'ipotesi di inserire una protesi monocompartimentale ( salvo l'impossibilità di attuare una artoplastica ).
Potreste fornirmi indicazioni più dettagliate su questa tecnica circa la durata di queste protesi i vantaggi gli svantaggi le conseguenti abitudini di vita ed eventuali statistiche sugli interventi effettuati di questo tipo.
grazie per le informazioni

[#1]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
leggendo la precendete domanda relativa al suo caso cui le ha risposto il collega Dr. Valassina emerge che la frattura si e' creata il giorno 17 agosto 2010.
Ho letto delle sue difficolta' di ripresa ma non posso giudiucare gli esiti mal consolidati della nota frattura di cui lei ci parla non potendo valutare le radiografie.
Cio' detto una protesi monocompartimentale e' una protesi ossia e' un oggetto artificiale inserito all'interno di una articolazione.
La protesi monocompartimentale di gomito e' di recente introduzione e non ha un follow up cosi' grande da consentire di parlare di statistica di durata media.
Tenga presente, in ogni caso, che la durata di ogni protesi artificiale impiantata da noi chirurghi ortopedici e' direttamente proporzionale all'utilizzo che il paziente ne fa successivamente all'impianto. Tale livello di utilizzo determinera' il livello di usura della protesi e, sia pur indirettamente, la durata della protesi stessa.
Cordiali saluti
Dr. Roberto LEO