Utente
Gentili dottori,
è da circa due anni che soffro di lombosciatalgia cronica destra, con il mio medico curante abbiamo deciso di effettuare inizialmente rx colonna lombosacrale cin esito: Somi ben allineati con lieve scoliosi destro-convessa senza alterazioni strutturali ossee. Schisi dell'arco posteriore di S2.
conseguentemente dopo ripetuti attacchi dolorosi (che si irradiano sul gluteo e gamba destra) curati con 5 iniiezioni di Diclofenac + Miotens e non avendo avuto nessun giovamento il medico mi ha prescritto una rm del rachide lombare con esito: Normale allineamento dei metameri vertebrali esplorati, conservati i diametri del canale rachideo, non segni di compressione sul cono midollare, esente da alterazioni di segnale, a l5-s1 il disco intersomatico presenta lieve riduzione dello spessore, segni di degenerazione ed una marcata protrusione in sede posteriore mediana, che impronta il profilo anteriore del sacco durale.
Il medico mi ha prescritto un'altra serie di iniezioni sempre con gli stessi farmaci sopraindicati e una fisita fisiatrica. la mia domanda è: sarebbe giusto consultare un ortopedico ed eseguire qualche esame più specifico per capire se qualche nervo viene compresso e quindi mi causa questo dolore continuo?
ringrazio anticipatamente per le eventuali risposte

[#1]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Penso che sia corretto il suggerimento di sottoporsi a una visita fisiatrica; sarà poi il Fisiatra, DOPO averLa visitata, valutando se i Suoi disturbi possono essere o no in relazione con quanto emerso dalla RMN, a decidere se occorrano altri accertamenti e quali terapie siano più appropriate per il Suo caso specifico.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it