Utente
Salve..
il 22-06-09 feci un incidente stradale e riportai varie contusioni e una frattura scomposta a tibbia perone e malleolo, 15 giorni dopo l'incidente mi hanno operato e hanno applicato all'interno del mio piede sinistro 2 vite, il giorno dopo l'intervento mi hanno ingessato e sono rimasta ferma all'incica un mese.
Dopo aver toloto il gesso iniziai immediatamente un ciclo terapeutico e dopo poche settimane iniziai a vedere miglioramenti.
15 Marzo 2010, mi sono sottoposta all'intervento per la rimozione delle vite, e feci una riabilitazione autonoma, per via dell'esperienza appresa in retroso.

oggi a distanza di 2 anni ho ancora problemi , mi hanno confermato che una buona percentuale motoria della mia gamba sinistra non è più funzionale , ma gli esami rivelano un riscontro negativo, com'è possibile tutto cio??? se zoppico e non posso nemmeno piegarmi? sarà una calcificazione andata male? oppure chi mi assiste non espleta il suo operato come dovrebbe?? c'è un rimedio???? un operazione qualcosa che mi faccia riotnare ad avere una vita normale??? se volete e se davvero mi volete aiutare sono a completa disposizione di qualsiasi informazione. grazie di vero cuore.

[#1]  
Dr. Antonio Mattei

40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente
come possiamo aiutarla con così poche notizie?
I suoi ortopedici di fiducia cosa dicono relativamente alla sua zoppia?
Le sue radiografie sono tranquillizzanti?
Quali sono questi esami che rilevano un riscontro negativo???
Se tutto è guarito normalmente non sarebbe giustificata una tale sintomatologia dolorosa.
Ci informi su quanto detto dai suoi ortopedici di fiducia e le daremo un parere.
Cordiali saluti
Antonio Mattei