Attivo dal 2010 al 2012
Salve cari dottori...
Ho un dolore all'anca da circa un anno, mi pare venga definita coxalgia come mi aveva scritto il medico quando sono andato a fare una rx a luglio di questo anno (2011).

Per fare la rx sono andato in un centro privato e a leggerla è stato un signore anziano, specializzato in radiologia, che mi ha detto di non aver niente e ha scritto nel referto "non sono visibili lesioni osteo-articolari"

Il fatto è che a distanza di 4 mesi dalla lastra, e circa 1 anno da quando mi è iniziato, presento ancora il dolore all'anca. Vorrei chiedervi se è possibile che io abbia qualcosa di serio (visto questo dolore cronico), o non mi devo preoccupare?

Ovviamente per qualcosa di serio ho pensato subito all'osteosarcoma, è possibile che da quella lastra non si sia visto? magari non era ancora sviluppato?
Le analisi del sangue le ho fatte un mese fà e i valori erano nella norma tranne i monociti che erano 11,2 in una scala da 0,0 a 10,0.

Devo ripetere un altra rx?
Grazie

[#1]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
PAVIA (PV)
PARMA (PR)
PIACENZA (PC)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
RHO (MI)
CIGLIANO (VC)
MATERA (MT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Caro utente,

osteosarcoma?!?
Ma perché Le viene in mente una cosa del genere? Un superstizioso direbbe che Lei se le vuole tirare addosso...

Esistono moltissime patologie a carico dell'anca, migliaia di volte più frequenti (e molto meno gravi) dell'osteosarcoma.

Se mai un giorno (e non glielo auguro), Le faranno una diagnosi del genere, allora potrà anche andare nel panico. Ma per favore, non ci vada ora, prima ancora di iniziare l'iter diagnostico.

Una lastra racconta molte cose, ma racconta cose diverse a seconda degli occhi di chi la guarda. E' normale che un radiologo (attenzione, radiologo, non ortopedico!), pure di una certa età, abbia una cultura sconfinata sulla diagnostica di TUTTO il corpo, in tutti gli ambiti delle diverse discipline mediche; ma è altrettanto normale che non abbia la competenza iperspecialistica che potrebbe avere un chirurgo dell'anca nel suo ambito, specie in caso di alcuni concetti diagnostici che sono molto recenti, e quindi coi quali il radiologo anziano potrebbe non avere familiarità. Un esempio eclatante è quello del conflitto femoro-acetabolare, che spesso non viene nemmeno riconosciuto sulle lastre né dal radiologo, nè dall'ortopedico generico.

https://www.medicitalia.it/minforma/ortopedia/622-conflitto-femoro-acetabolare-femuro-acetabular-impingement-fai.html

Naturalmente non prenda questo "suggerimento" come una diagnosi! Dico solo che Lei -anche per la giovane età- merita sicuramente di mostrare quella lastra "normale" ad un buon chirurgo dell'anca, e merita di iniziare un iter diagnostico fatto bene.

Tanto per dire, ci descriva un po' meglio il Suo dolore. Dove è localizzato, come e quando si presenta, etc...

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

[#2] dopo  
Attivo dal 2010 al 2012
Grazie della tempestiva risposta..
Non me lo auguro nemmeno io di avere una cosa del genere.. Ma oggi sono andato a riprendere dei fogli e ho visto che ero andato in data 21/05/10 al pronto soccorso proprio perchè avevo questo dolore inguinale, e dopo una palpazione e delle analisi del sangue (fatte là) nella norma ero stato dimesso.

Però proprio per il fatto che il radiologo (l'unico che ha visto la lastra) era anziano, ho un pò di paura se la diagnosi sia giusta o meno.

L'unica cosa è che non mi va di far perdere tempo al mio medico per ogni singola cosa.. caso mai prenderò una visita specialistica privatamente..

Grazie ancora

[#3]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
PAVIA (PV)
PARMA (PR)
PIACENZA (PC)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
RHO (MI)
CIGLIANO (VC)
MATERA (MT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
In genere il medico anziano ha più esperienza del medico giovane.
Io personalmente, non occupandomi direttamente di ortopedia oncologica, ho visto in vita mia un solo osteosarcoma. Lui ne avrà visti ben di più.
Ma di FAI ne vedo tutti i giorni, e dubito che il Suo radiologo (con tutto il rispetto per la sua esperienza) ne abbia mai visto uno.

Tutto qui, questione di competenze diverse.

Quanto al medico di base, è lì per quello... è il pronto soccorso, che più che farLe due esami del sangue non può...

In ogni caso, se vuole iniziare a descrivermi un po' meglio il problema, io qui sono a Sua disposizione...

Distinti saluti, e ci tenga informati!
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

[#4] dopo  
Attivo dal 2010 al 2012
La ringrazio ancora per la disponibilità..
Presento un dolore, ormai da diverso tempo, che ho fatto confusione a distinguere da un problema a livello testicolare, tanto che questa estate mi è stato prescritto (dal sostituto del mio medico curante) una visita dall'urologo e due ecografie (una sottocutanea inguinale e una testicolare) che però non ho fatto.
Ho fatto solo la visita urologica che non ha riscontrato anomalie alla palpazione.

Ora però ho trovato la causa del mio dolore, infatti premendo in una zona precisa nell'inguine alto della gamba destra, mi crea dolore. Lo stesso se premo di lato dell'anca.

Premetto che non faccio sport, e stò molto tempo seduto.. L'ortopedico da cui sono andato, per la lussazione della spalla (successa quest'anno) mi ha riscontrato scoliosi, che gia sapevo di avere, e mi ha dato da fare ginnastica posturale e ginnastica per rinforzo della spalla presso un fisioterapista, che ancora non ho iniziato.
Gli ho anche accennato il dolore all'anca ma mi sembra di ricordare che nemmeno ha guardato la lastra (che avevo portato con me), quindi non dando peso al problema.

L'unica mia preoccupazione, essendo sincero , è che abbia qualcosa di grave, ammetto di essere un pò ipocondriaco, ma quel dolore che presento è reale perciò credo che l'ipocondria in questo caso possa essere lasciata da parte..

Di lastre non ne vorrei fare altre se non necessarie, sò che fanno male e ne ho già fatte abbastanza, avevo pensato di fare l'ecografia sottocutanea dell'inguine, che ho gia prescritta da questa estate.
Da quella si vedrebbe qualcosa? O si escluderebbero eventuali patologie?

[#5]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
PAVIA (PV)
PARMA (PR)
PIACENZA (PC)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
RHO (MI)
CIGLIANO (VC)
MATERA (MT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Tengo a specificare che non Le rispondo non per scortesia, ma perché il Suo caso è già stato esaurientemente affrontato nel successivo consulto che Lei ha inviato.

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

[#6] dopo  
Attivo dal 2010 al 2012
Ho aperto "più" consulti perchè pensavo non mi avesse più risposto. In ogni caso sarei felice di ascoltare più pareri, perchè come si sà, in medicina l'unica cosa che conta è l'esperienza.

La ringrazio per aver risposto.

Cordialità