Utente
Salve, vorrei spiegare un pò la mia storia.
Da esattamente un anno e otto mesi fa ho un dolore posteriore al ginocchio sinistro che non mi fa più fare vita ne di giorno, ne tanto meno di notte.
Tutto ebbe inizio una notte del luglio 2010....dal niente mi svegliai con un atroce dolroe dietro il ginocchio precisamente tra polpaccio e ginocchio. Il dolore mi blocca praticamente tutta l'articolazione in quanto la muscolatura inizia a contrarsi ed il ginocchio si irrigidisce causando un dolore atroce.
Ho fatto risonanze, ecografie, radiografie e chi più ne ha più ne metta.
Ho fatto almeno 40 sedute di fisioterapia...ma niente.
Ho subito tre artroscopie...le prime due in entrambe i casi l'ortopedici dicevano che era una tendinite e che la ciste di baker che avevo trovato con l'ecografia e che "casualmnte" il dolore coincide con il punto dove si trova quest'ultima non dava assolutamente fastidio in quanto piccola.
Visto che entrambi l'ortopedici non mi avevano convinto e che ormai ho una gastrite da farmaci antidolorifici che prendo(vado avanti ad aulin e brufen da un anno e mezzo) mi sono rivolto ad un altro ortopedico il quale mi ha fatto un'ulteriore artroscopia e oltre alla solita pulizia mi ha trovato il crociato anteriore lesionato a piu livelli.
La sua diagnosi è stata: insufficienza lesione crociato anteriore e progressiva meniscectomia.
Ad oggi ho programmato un'ulteriore operazione di ricostruzione del crociato(dalle risonanza non si vedeva che il crociato era lesionato e le solite manovre visto che avevo i muscoli in continua protezione non davano alcuna indicazione su questa lesione).
La mia domanda è la seguente...una lesione al crociato anteriore può provocare questo dolore posteriore 24 ore su 24 che si intensifica quando sto sdraiato(praticamente non dormo piu)?
La ciste di baker che è la dietro per l'appunto...può essere la causa del dolore?
Perchè io voglio toglierla ma nessuno me la toglie?
Attendo vostre notizie, grazie.

[#1]  
Dr. Diego Esposito

28% attività
4% attualità
8% socialità
SALICE SALENTINO (LE)
ALLISTE (LE)
LECCE (LE)
TAVIANO (LE)
GALLIPOLI (LE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Ritengo molto improbabile che la sua sintomatologia sia da ricondursi alla lesione del LCA , potente stabilizzatore articolare la cui rottura è sempre da collegarsi ad un pregresso trauma distorsivo del ginocchio , trauma che curiosamente lei non ricorda di avere subito.La lesione del LCA è causa in acuto di dolore articolare diffuso associato ad edema e versamento spesso ematico nonchè a limitazione funzioanle antalgica del ginocchio . La cronicizzazione di una lesione non trattata , determina la comparsa di una instabilità articolare cronica , caratterizzata da cedimenti articolari ed edemi recidivanti associati a dolore articolare antero -mediale o antero-laterale a seconda se siano associati alla rottura del pivot centrale anche lesioni meniscali. I sintomi da lei descritti si discostano molto da quanto mi aspetterei in caso di lesioni capsulo-legamentosa post-traumatica del ginocchio e pertanto non escluderei la possibilità di approfondire le cause che hanno detrminato la formazioner della cisit di Baker , probabilmente causa del suo dolore posteriore . La cisti si forma tipicamente nelle ginocchia con problemi infiammatori cronici e non trova tutti i chirurghi daccordo sulla necessità di una sua asportazione visto l'alto tasso di recidive...
Dr. DIEGO ESPOSITO
specialista in ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
CHIRURGIA ARTROSCOPICA SPALLA E GINOCCHIO
CHIRURGIA DELLA MANO

[#2] dopo  
Utente
Grazie per l'immediata risposta...Per cui io rischio di operarmi per la quarta volta...e di alzarmi dal letto di ospedale con il solito dolore 24h su 24 dietro al ginocchio?
Io ogni volta che finisce l'effetto dell'antinfiammatorio sento che il tendine popliteo si ingrossa e diventa anche facilissimo da toccare anche da una persona non istruita come me.
Inoltre sento questa specie di "pallina" che coincide proprio con il punto preciso del mio dolore.
Io non sono un dottore...ne ho studiato medicina però sinceramente non capisco perchè se il mio problema è dietro il ginocchio...se i miei sintomi di rigidità(che appena prendo una bustina per esempio di oki si sente immediatamente che il tendine è come se si rilassasse e il ginocchio torna a svolgere le sue piene attività)e soprattutto sono posteriori perchè si continui ad agire sulla parte anteriore anziche posteriore del ginocchio.
Quest'ultimo ortopedico che ritendo assolutamente professionale e preparato mi ha fatto l'artroscopia diagnostica e credo abbia guardato tutto alla perfezione...per cui probabilmente a livello articolare il mio problema è interamente il crociato anteriore...
La mia domanda quindi è...possibile che il mio problema sia oltre alla ciste di baker probabilmente infiammata un qualcosa di extra articolare?
Oltre alla ricostruzione del crociato anteriore sarebbe possibile in artroscopia andare a vedere dietro il mio problema e togliere la ciste guardando la intorno?
Cordiali saluti