Utente
Sono un ragazzo di 25 anni che pratica motocross a livello agonistico. Nel giugno 2009 ho dovuto effettuare un'operazione al ginocchio sx per ricostruzione legamento crociato anteriore - Purtroppo a seguito dell'operazione ho contratto un'artrite settica che ha comportato la rimozione della prima vite e la sostituzione con altra non infetta. Dopo circa un mese e mezzo di ricovero sono uscito dalla Clinica ed ho potuto iniziare la riabilitazione
Il ginocchio operato però non è più tornato come prima e la ferita mi ha sempre dato fastidio . Ultimamente mi è venuto un rigonfiamento sotto la vite che sembra essere una ciste
Visti i pregressi dell'infezione vi chiedo:

E' possibile che la vite sia un corpo estraneo che il mio corpo non ha accettato e che quindi ora comincia a dare problemi ?

La rimozione della vite e della cambra è un'operazione che comporta immobilità per parecchi giorni ?

L'infezione contratta può comunque aver lasciato dei danni a livello osseo visto che dai risultati della radiografia al ginocchio leggo " Attorno alla vite trans-ossea si rileva intensa area di demineralizzazione ossea meritevole di consulenza OT " ?

Vi ringrazio per la vostra disponibilità -
Saluti

[#1]  
Dr. Raffaella Osti

20% attività
0% attualità
0% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
Caro motociclista, visto quanto descrive e' fondamentale che si rivolga al suo ortopedico che valutera' il suo ginocchio e predisporra' adeguate indagini per verificare le cause della tumefazione (focolaio settico?) Chiarito questo problema potra' valutare se rimuovere o meno i mezzi di sintesi
Cordialmente
Dr. Raffaella Osti