Utente
Scrivo per un problema che lamento all'avambraccio, dalla parte dei flessori per intendersi. Praticamente negli ultimi 3 mesi ho passato molti giorni a potare (una trentina di giorni probabilmente) gli ulivi. Seghetto e forbice quindi. L'ulttimo giorno in programma, ossia 10 giorni fa, tagliando un ramo più grosso con la forbice ho sentito tirare quasi con la sensazione che qualcosa si stirasse come se qualcosina dentro l'avambraccio a livello muscolo-tendineo avesse ceduto. Questo esattamente a metà avambraccio sempre dal lato flessori. Ma era più una sensazione però perchè non provavo dolore, neanche a continuare. Il giorno dopo l'ho passato a studiare e sentivo solo un poò di fastidio scrivendo a livello dei tendini del polso, in prossimità della mano ma sempre sul polso. Il giorno dopo ho guidato il trattore tutto il giorno, il che significa che per girare bisogna tirare con forza verso di se delle leve. La sensazione era del muscolo dell'avambraccio un po' contratto.
Il giorno dopo mi faceva male e lo sentivo contratto, soprattutto in alto, vicino al gomito, nella parte ulnare, dove si presentava molto duro in modo generalizzato. E dolorante, facevo fatica a guidare...Poi nei giorni dopo (tutti a riposo + voltaren) lì mi si è decontratto mentre mi rendo conto di avere un'area contratta (lo sento soprattutto estendendo il carpo, la mano), a metà dell'avambraccio più o meno a metà, solo un pelò verso il radio. Probabilmente dove avevo sentito tirare.Mi sento da lì in giù contartto, anche a chiudere la mano sento qualcosa che non va nell'avambraccio, poca forza.
Cosa potrebbe essere? Faccio bene ad aspettare ancora a riposo o mi converrebbe farmi vedere da uno specialista o farmi fare un'ecografia per capire meglio cosa fare?

Grazie mille.

[#1]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

un'ecografia sarebbe utile, ma in ogni caso le conviene stare a riposo fino a quando i disturbi non siano completamente e stabilmente cessati.

Buona giornata.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Utente
E', ormai sono 12 giorni e ho sempre questa sorta di indurimento che si sente benissimo al tatto di 2 cm per 2 circa, mi sento il braccio teso, contratto e mi sto un po' preoccupando, anche in relazione ai tempi con cui potrò riprendere le mie attività. Ma un'ecografia andrebbe fatta nel pubblico o ci vorrebbe troppo tempo? Nel caso nel privato quanto può costare più o meno?
Grazie mille ancora.

[#3]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
I tempi dipendono da zona a zona: si informi tramite il suo medico di famiglia e, se dovessero essere lunghi (probabile), ricorra a una struttura privata (spesso il costo del ticket è simile a quello dell'esame extra-convenzione, con la differenza che si accorciano moltissimo i tempi di attesa).
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille.

[#5]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale