Utente
un saluto a tutti i medici dello staff, la mia situazione è la seguente:

a settembre 2012, ho subito la ricostruzione combinata di LCA-LCP al ginocchio sinistro, con tendini da donatore, a seguito di una brutta lussazione avuta qualche anno prima....stampelle a carico crescente mantenute per un mese e mezzo, tutore con supporto posteriore tenuto per un mese... il protocollo di recupero del mio chirurgo si è articolato in questo modo:

primo mese e mezzo, semplici esercizi isometrici e di mobilizzazione passiva in flesso estensione da fare a casa...

poi, dal 45esmio al 90esimo giorno post operatorio ho affiancato a questi esercizi, delle sedute di idroterapia, 3 volte a settimana.

dopo il terzo mese (90esimo giorno), protocollo di rinforzo muscolare e propriocettivo., da eseguire sempre 3 volte a settimana,

Ora di mesi ne son passati 9 dall'operazione,la mia sensazione globale è di avere un ginocchio stabile (del resto la stabilità è ben evidenziabile anche a tutti i test e le manovre di cassetto), ma un senso di debolezza acquisita e cronica nella gamba operata rispetto alla controlaterale.....anche da un punto di vista visivo, si vede che è piu "piccola" dell'altra, ci saranno circa 2-3 cm di differenza....non intendo praticare sport a rischio e non è quello il mio problema principale, ma vorrei capire comunque da che dipende questo deficit

c'è da dire che son partito da una situazione muscolare pre operatoria molto scadente, ed è anche vero che, se x i primi 3 mesi post-op, mi son dedicato al ginocchio quasi "h 24", dopo, tra impegni lavorativi e familiari, faccio i salti mortali per cercare di avere una continuità di allenamento, che ogni tanto ho dovuto interrompere e poi riprendere, di certo non posso metterci lo stesso impegno di un atleta agonista...però un po' di impegno ce l'ho messo comunque, e il risultato è come se non mi rendesse giustizia....questo il protocollo assegntomi dal io fisioterapista, che continuo a fare tutt'oggi quando vado in palestra, a carichi di peso graudalmente crescenti.

- 10/15 minuti di cyclette
- 10/15 minuti di step al macchinario
- leg press 4 x 12
- adduttori 4 x 12
- abduttori 4 x 12
- leg extension 4 x 12
- polpacci 4 x 12
- 10/15 minuti di tapirulan (cammino veloce alternato a corsetta)
- streching

è un allenamento accettabile o troppo scarso?

Grazie a tutti

[#1]  
Dr. Michele Massaro

24% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
PADERNO DUGNANO (MI)
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
ALTAMURA (BA)
ORIA (BR)
BERGAMO (BG)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
salve,
l'allenamento da lei descritto mi sembra buono. se partiva già con un tono muscolare deficitario all'arto operato, è normale che il divario con l'altra gamba si sia accentuato.
provi ad allenare più intensamente la gamba operata per un po', lasciando più "a riposo" l'altra, vedrà che pian piano la differenza di volume muscolare tenderà ad annullarsi.
saluti
Dr. Michele Massaro
www.protesiginocchioanca.com

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio, caro dott. Massaro, per la Sua risposta, il Suo apprezzamento e i Suoi consigli.... proverò a fare come dice....

giusto un'ultima curiosità....secondo Lei, potrebbe andare bene al posto di questo allenamento tradizionale, un allenamento "piramidale"? mi pare che sono quei tipi di allenamento in cui, in ogni seduta di palestra, il numero di ripetizioni è inversamente proporzionale all'aumento di peso...

del tipo, parto ad esempio con la prima serie di leg press a 50 chili, x 12 ripetizioni, la seconda a 55 con 10 ripetizioni, la terza a 60 per 8 ripetizioni, la 4° a 65 per 6 ripetizioni....e fare una cosa del genere per ogni tipo di macchinario....

c'è chi me ne ha parlato bene in quanto una "variante" abbastanza esplosiva, che permette di aumentare la forza in poco tempo, c'è invece chi mi ha descritto varie contro indicazioni, che non essendo del mestiere, non le saprei riportare, sottolineandomi però che è piu una "chicca" da bodybuilder che un protocollo consigliabile a chi ha un'articolazione operata, per cui resta piu valido l'allenamento tradizionale, con stesso numero di serie e ripetizioni, e peso crescente ma nella lunga distanza, a piccoli passi....

La ringrazio ancora e Le auguro buona domenica