Utente
Gentile Dottore, premesso che e' all''incirca dall''eta' di ventanni che al mattino al risveglio ho un dolore alla schiena in zona lombare (e che tuttavia passa velocemente non appena mi alzo e mi rimetto in movimento) ultimamente avverto dolore che si estende ai glutei e anche verso la gamba (in particolare gluteo e gamba destra). Questo dolore sembra accentuarsi durante le camminate.
Esiste un collegamento fra il mal di schiena e questo dolore? E' necessario che faccia esami per approfondire e se si' quali?
Infine, dopo anni di inattivita' ho deciso di rimettermi a fare un po' di sport, e'una buona idea o c'e' qualche attivita'' che dovrei evitare (tipo corsa)?
Grazie del cortese consulto

[#1]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Quella che descrive viene comunemente detta "lombosciatalgia", cioè un dolore che dalla schiena si irradia a un arto inferiore nella regione posteriore, innervata dal nervo sciatico. La lombosciatalgia è quindi un sintomo e di essa va cercata la patologia che la causa, per lo più di origine discale. Consulti quindi un ortopedico che, dopo averLa interrogata, ascoltata e visitata, deciderà quali accertamenti siano necessari e, dopo averli visionati, deciderà diagnosi e terapia. Nel frattempo eviti le attività che comportino corsa e salti, limitandosi quindi al nuoto, ma solo libero e dorso.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#2] dopo  
Utente
Gentili Dottori, torno a scrivere per questo disturbo che descrissi a Settembre. Il mio medico di base (putroppo alquanto restio a prescrivere visite specialistiche ed esami strumentali) ritenne si trattasse di un infiammazione muscolare e si senti' di escludere un qualche tipo di ernia prescrivendomi qualche antinfiammatorio e nulla di piu'.
Ora, il dolore alla schiena/irradiazione verso il gluteo e' rimasto abbastanza invariato (naturalmente non e' costante e neppure particolarmente doloroso).
Ma cio' che mi preoccupa e' che si e' aggiunto un nuovo fastidioso sintomo, cioe' una specie di leggero formicolio alla caviglia destra/coscia dx e anche alle prime dita della mano destra. Il formicolio tende ad accentuarsi la notte durante il sonno (tanto che a volte mi sveglio spesso con tutti gli arti addormentati, sia dx che sinistra) ma permane anche durante il giorno (specie se sto seduta/davanti a PC, cosa che sono costretta a fare per lavoro).
Leggendo che a volte la sclerosi multipla a volte si presenta con dei formicolii, la cosa mi allarma un po' (spero immotivatamente).

Gradirei la vostra autorevole opinione in merito. Grazie come sempre

[#3]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Il formicolio all'arto inferiore può essere in rapporto con la lombosciatalgia, mentre quello alla mano ovviamente non ha nessuna relazione con essa (potrebbe essere, ma badi bene è solo un'ipotesi, una sindrome del tunnel carpale, oppure una irritazione di una radice nervosa cervicale. Il Suo medico curante sceglie a propria discrezione se richiedere le visite specialistiche, ma ovviamente se non lo fa deve farsi carico lui stesso della diagnosi e del trattamento appropriato. È probabile che non abbia ernie del disco ma non ci sono solo quelle. Escludendo che Lei possa risolvere i Sui dubbi "leggendo che a volte, ecc" e che noi possiamo a distanza, senza averLa visitata, esprimere "opinioni in merito" , e trovando, diciamo così, inconsueto che a 4 mesi di distanza ancora non abbia affrontato il problema, può rivolgersi al Suo medico chiedendogli di risolvere i dubbi e la diagnosi o di inviarLa a una visita ortopedica.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#4] dopo  
Utente
Salve dottore, relativamente a questo problema di cervicalgia e lombalgia mi sono infine rivolta ad un ortopedico, che avendomi visitata (Lasegue negativo, Wasserman negativo, articolarita' delle anche completa) mi ha suggerito di fare della fisioterapia (associata a Muscoril e Airtal al bisogno) e di dormire con cuscino per cervicale. Per confermare l'assenza di problemi strutturali mi ha prescritto comunque Rx colonna cervicale + oblique e rx colonna lombosacrale + dinamiche.


Riporto esito Rx come segue:
presente lieve atteggiamento scoliotico sinistro convesso al passaggio cervico-dorsale. Somi lombari sostanzialmente allineati nel loro piano frontale. Ridotta la lordosi cervicale, nei limiti la lombare. Lieve riduzione posteriore dello spazio L5-S1, conservati i restanti spazi. conservato il profilo del muro posteriore, non impedimenti alla massima flesso-estensione del tronco. Un poco ristretti i formami di coniugazione cervicali.

Il referto RX conferma la diagnosi dell'ortopedico?

Grazie in anticipo del cortese riscontro

[#5]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Impossibile confermare una diagnosi di uno specialista solo leggendo un referto rx, ma ancor più lo è se la diagnosi dello specialista manca del tutto: "Lasegue negativo, Wasserman negativo, articolarita' delle anche completa" sono un parziale cenno all'esame obiettivo, ma della diagnosi, cioè la patologia che causa i Suoi disturbi non c'è traccia nella Sua replica. Dal momento che l'ortopedico ha prescritto delle radiografie è opportuno che ne prenda visione per completare la visita e decidere se confermare /modificare diagnosi e terapia.
Cordiali saluti.
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#6] dopo  
Utente
Dottore, la diagnosi dell'ortopedico e' che all'esame obiettivo non vi sono problemi strutturali e ritiene che via sia una postura errata che causa questa lombosciatalgia e cervicalgia, con infiammazione di qualche nervo (ora le parole esatte non le ricordo ma il senso era questo). L'ortopedico ritiene che non vi siano problemi tipo ernia etc. Questo e' quanto mi ha detto alla fine della visita, prescrivendo comunque l'RX.
L'opinione sull'RX la chiedevo in attesa di mostrarla all'ortopedico, cioe' e' un referto normale o no era la domanda.

grazie

[#7]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Il referto descrive la presenza di riduzione della normale lordosi, verosimilmente per il dolore al collo o per la posizione assunta durante l'esme, e di un restringimento dei fori attraverso cui passano le radici nervose. Il referto può essere compatibile con l'età e con le ipotesi dell'ortopedico.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it