Utente
Giocando a tennis lo scorso 22 settembre mi sono infortunato al tendine di achille. Diagnosticata tardivamente una quasi rottura del tendine il 4 ottobre tramite una RMN.

Trattato conservativamente dal 15 ottobre, oggi riesco a deambulare discretamente ( per riabilitarmi sto facendo essercizi eccentrici/concentrici, nuoto e ciclette ). La terapia sembrerebbe andare bene.

Leggendo su internet circa le possibilita' di rirotture, sembrerebbe che il trattamento conservativo da delle percentuali di recidive maggiori del trattamento chilurgico. E' corretto? Sul argomento sono un po confuso...qualcuno puo darmi un quadro aggiornato della comunita' scientifica sul argomento?

Grazie mille,

Alex

[#1]  
Dr. Michele Massaro

24% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
PADERNO DUGNANO (MI)
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
ALTAMURA (BA)
ORIA (BR)
BERGAMO (BG)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
buongiorno,
la ri-rottura del tendine d'achille è un evento possibile, anche se raro. se è stato trattato in maniera conservativa , suppongo la rottura non fosse completa, e in questi casi la prognosi è decisamente più favorevole
saluti
Dr. Michele Massaro
www.protesiginocchioanca.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie per feedback.

Da risonanza magnetica I due lembi erano uniti ( una probabile sezione del 20% integra ). Ad esame clinico il tendine e' apparso collegato ai muscoli del polpaccio ( test di thompson ) e chilurgo mi ha suggerito di optare per terapia conservativa.

Una volta ripresa l' attivita sportiva ( io pratico corsa e tennis ) la mia paura e' di incorrere nel rischio di rirotture del tendine.

In generale quali sports / attivita' possono portare ad una rirottura? Dovrei cambiare le mie pratiche sportive ( magari non giocare piu a tennis? )?

Ci sono esercizi / pratiche utili a "rafforzare il tendine" non piu nuovo?

Grazie mille,

Alex