Utente
Buongiorno,
come da oggetto, sono un ragazzo di 23 anni con ipercifosi e iperlordosi di media entità. Ho praticato ginnastica correttiva dagli 8 ai 18 anni. Dai 17 ai 19 anni ho anche indossato un corsetto mobile per cifosi (da 21 fino a 17 ore/giorno).Dai 20 anni pratico nuoto 2 volte a settimana (ogni volta per 1 ora), riguardo a questo ho alcune domande:

1)prima di tutto: il nuoto è davvero benefico per la colonna?
2)ci sono stili o esercizi di nuoto da evitare in caso di iperlordosi/ipercifosi a favore di altri (es. rana a favore di dorso)?
3)si possono ottenere miglioramenti anche solo estetici (so che lo sviluppo della colonna è ormai concluso) in età adulta? In che modo? (che so, mediante lo sviluppo di alcuni gruppi muscolari)
4)in età adulta, può bastare il nuoto per mantenere in buona salute la colonna nei casi di iperlordosi/ipercifosi o è sempre meglio praticare ginnastica posturale?

Ringrazio anticipatamente per l'attenzione

[#1]  
Dr. Michele Milano

48% attività
0% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
MONCALIERI (TO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
1) Si, il nuoto è benefico per la colonna in quanto consente il movimento in assenza di carico, al contrario di altri sport.
2) in genere no. La regola dovrebbe essere: faccia lo stile che vuole in assenza di dolore. Sicuramente il dorso può aiutarla comunque nel potenziamento della muscolatura dorso lombare
3) il potenziamento della muscolatura dorso lombare può aiutarla, ma non si aspetti miglioramenti eccessivi...
4) in genere basta il nuoto, dipende comunque dal grado di deficit scheletrico.

Spero di esserle stato di aiuto.
Cordialmente
Dr. M. Milano
drmilano@libero.it - www.lamanoedintorni.altervista.org
NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta!