Utente
Buongiorno, ho avuto un trauma da schiacciamento nella zona postero-inferiore dell'anca bacino sx con ematoma viola che permane dopo 8 gg mentre dal lato destro lo schiacciamento è avvenuto nella parte latero-anteriore del bacino/anca in maniera più lieve. Non ho dolore vivo al carico ma fastidi sia seduta sia in piedi e la sensazione che facendo un saltino si rompa tutto (dal lato sinistro). l'articolazione dell'anca in scarico è libera con completo range di movimento senza dolore. E' possibile che ci siano microfratture di femore/bacino? In caso di traumi da schiacciamento è possibile che le ossa si DEFORMINO senza però rompersi? Grazie mille

[#1]  
Prof. Andrea Angelini

24% attività
8% attualità
8% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
Buongiorno,
ovviamente un trauma da schiacciamento del bacino richiede una attenta valutazione ortopedica clinica ed esami di imaging appropriati.
Dagli esami radiografici si escludono compromissioni ossee maggiori, ma non possono escludersi microfratture (per cui occorre se ritenuta indicata una Tc del bacino). Normale il colorito violaceo dell'ematoma dopo otto giorni e persisterà per qualche settimana. Nell'evento traumatico non è possibile avere una deformazione delle strutture ossee in assenza di fratture o sublussazioni delle stesse.
Cordialmente
Prof. Andrea Angelini
Prof. Andrea Angelini

[#2] dopo  
Utente
Salve, può avere ancora senso fare queste indagini a 20 giorni dall'evento? Riesco a piegarmi e camminare, il fastidio è diminuito ma ancora presente. L'ematoma si è riassorbito quasi del tutto.
Sono preoccupata che tutto possa non tornare come prima (ho 26 anni)
Grazie mille

[#3]  
Prof. Andrea Angelini

24% attività
8% attualità
8% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
Eseguirei una semplice Rx del bacino a distanza di 40 giorni dal trauma e una visita ortopedica. Solo se persistono dubbi o dolori approfondirei con altri esami
Prof. Andrea Angelini

[#4] dopo  
Utente
Salve, Le riscrivo perchè a distanza di 3 settimane i sintomi sono peggiorati, ho avuto forte dolore, anche in scarico, alla zona ischiatica.
Il medico di base mi ha prescritto RX anca-bacino e sacroiliache, che non "evidenziano rime di frattura radiopercepibili".
Mi è stato detto che potrei avere qualche frattura a livello microscopico visibile solo con Tc o Rm, esami che mi sono stati sconsigliati per via delle radiazioni.

Sostanzialmente, mi hanno detto che potrebbe esserci anche l'edema intorno all'osso che mi fa male (esternamente però non sono gonfia) e che bisogna aspettare.

Lei cosa mi consiglia? Se le rx escludono fratture macro posso stare tranquilla? Potrò riprendere la corsa su sterrato?


Grazie mille!

[#5]  
Prof. Andrea Angelini

24% attività
8% attualità
8% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
in un trauma da schiacciamento del bacino, se persistono dubbi è assolutamente indicata l'esecuzione di una Tc del bacino. Richiede l'uso di radiazioni ma è meglio rispetto alla RMN per l'on studio delle strutture ossee
Prof. Andrea Angelini

[#6] dopo  
Utente
ok, vedo come procede nei prossimi giorni.
In ogni caso, in assenza di compromissioni ossee maggiori posso sperare in un recupero 100%?