Utente
Buongiorno, Vi scrivo per un problema fastidioso al ginocchio sinistro. Premetto che tale ginocchio è stato operato due volte (2003 e 2005), entrambe per ricostruzione LCA. Ora, da qualche settimana, avverto un dolore vicino alla rotula (nell'intersezione tra il tendine e la rotula) che si acuisce specie nei primi gradi di flessione (in carico) ed estensione. Credo si tratti di un'infiammazione del tendine rotuleo, ma la cosa che non riesco a spiegarmi è che al termine di uno sforzo fisico prolungato (nella fattispecie, una partita di calcio) sulla parte esterna del ginoccio si forma un rigonfiamento osseo (lo definisco così in quanto è duro al tatto, come se fosse un osso sporgente). questo, dopo qualche ora sparisce ed il giocchio assume la sua morfologia normale. Di cosa potrebbe trattarsi? grazie infinite per la disponibilità e per lo splendido servizio che fornite.

[#1]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Si tratta sicuramente di un "ginocchio delicato" vista la sua storia tanto densa (2 interventi al LCA) gia' alla sua giovane eta'.
Difficile dare una interpretazione ad una evenienza di questo tipo. La ipotesi piu' probabile e' la leggera presenza di un rigonfiamento dovuto alla presenza di liquido all'interno della articolazione.
Tale ipotesi va verificata attraverso un esame diretto nel momento in cui la problematica si verifica.
Se si trattasse di una infiammazione del tendine rotuleo lei avrebbe dolore alla digitopressione localmente. Cio' lo puo' verificare da solo.
Cordiali saluti.
Dr. Roberto LEO

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta. In effetti alla digitopressione non avverto dolore, questo mi fa supporre ad una condropatia rotulea (ne soffro già al ginocchio destro, come evidenzianto in una RMN). Proverò a farmi passare il dolore tramite riposo, crioterapia e applicando sul ginocchio una pomata antinfiammatoria (dicloreum).
Saluti e grazie ancora

[#3]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
In effetti e' una ipotesi plausibile che, ovviamente, andra' confermata da una visita clinica diretta eseguita da uno specialista.
Giusta la cura da lei prospettata.
Cordiali saluti.
Dr. Roberto LEO

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno, dopo alcuni mesi il problema descritto inizialmente, è peggiorato.. il "rigonfiamento osseo" che descrivevo, è diventato fisso (nel senso che non regredisce più) e rimane un bozzo sull'esterno del ginocchio. Ho fatto una RMN. l'esito è il seguente:

"..in sequele di sostituzione chirurgica del LCA, il neolegamento è regolare per morfologia, decorso ed intensità di segnale.
Si apprezza la presenza di un'area di alterazione di segnale a carattere iperintenso, nelle sequenze ad alto contrasto intrinseco, in corrispondenza del tratto medio prossimale del LCA che, a tale livello appare ispessito e diomogeneo per verosimile esito di evento distrattivo, con associata, a tale livello, una distensione flogistica ad aspetto simil-cistico, della capsula articolare che presenta pareti ispessite ed irregolari.
La rotula è in asse con presenza di piccola area condromalacica in sede paramediana interna."

Considerando di non aver subito alcun "evento distrattivo", di cosa potrebbe trattarsi? e quali potrebbero essere le soluzioni? Vi ringrazio sempre per questo servizio che non ha eguali!

[#5]  
Dr. Roberto Leo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
La prima impressione e' che non si tratti di nulla di grave
TUTTAVIA
ritengo non si apossibile pronunciarsi in maniera definitiva in un caso tanto delicato senza visionare le immagini e soprattutto senza visitare il ginocchio.
Saluti
Dr. Roberto LEO

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno a tutti, sul ginocchio di cui sopra, a seguito di piccoli cedimenti che mi impedivano la pratica sportiva, ho effettuato un'altra RMN il cui referto testualmente dice. "l'esame evidenzia gli esiti di meniscectomia mediale, con residuato di piccole dimensioni che mostra segni di degenerazione meniscosica". Il resto è tutto nella norma. Una sola considerazione: io non sono mai stato operato di menisco!! Ad ulteriore conferme posso dire che in tutti i precedenti esami, le fibrocartilagini risultano sempre ben visibili in tutta la loro estensione!
Sono in attesa di visita ortopedica. Volevo approfittare del Vs. servizio per chiedere se magari una lesione poteva essere confusa con una meniscectomia.
Grazie in anticipo

[#7]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
PAVIA (PV)
PARMA (PR)
PIACENZA (PC)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
RHO (MI)
CIGLIANO (VC)
MATERA (MT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Caro utente,

dal 2009 ad oggi il ginocchio come si è comportato?
Quanto al referto, una vecchia lesione meniscale rimaneggiata potrebbe avere, alla RMN, un quadro simile a quello descritto.
In ogni caso, non credo sia quella a causare la Sua sintomatologia: il menisco dà dolore, non cedimenti.

Ci faccia poi sapere cosa Le dirà il Suo ortopedico.

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it