Utente 584XXX
Buongiorno,

Ho ricevuto il referto della risonanza del piede destro e mi sono molto spaventata.
Vorrei chiedere se ci fosse presente una lesione parziale del tendine d'Achille.
Il referto legge:
Indagine eseguita nei piani assiale e sagittale con immagini prevalentemente T1W e T2W, con e senza soppressione del segnale adiposo.

QD: algia tendine achilleo da sovraccarico Nei limiti i reperti a carico dei legamenti PAA, PAP, PC e del complesso stabilizzazione mediale.
Nei limiti i reperti a carico delle strutture tendinee e vascolonervose dei compartimenti anteriore e posteromediale.
Nei limiti i tendini peronieri, in sede, senza distensione della guaina.
Aree di elevato segnale interstiziali da splitting delle fibre del tendine achilleo, prevalentemente superficiali, con aumento di spessore e segnale per un tratto di circa 3, 5 cm del 1/3 tendineo immediatamente a valle della giunzione miotendinea interessata dalle succitate alterazioni.
Reperti compatibili con lesione parziale interstiziale <50%.
Modesta borsite retro-calcaneare profonda.
Irregolarità post-traumatica della capsula articolare sul versante anteriore.
Sottile versamento articolare tibioastragalico specie posteriore.
Non definite aree di alterato segnale a carico della spongiosa delle strutture ossee esaminate, nei limiti di accuratezza della metodica, ed a carico della loro morfologia, con linea ossea corticale regolarmente rappresentata.


Grazie,
Cristina

[#1]  
Dr. Giuseppe Restuccia

24% attività
16% attualità
12% socialità
ROSIGNANO MARITTIMO (LI)
PISA (PI)
SAN GIULIANO TERME (PI)
VIBO VALENTIA (VV)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Gentile utente il referto della risonanza indica che il tendine d’Achille presenta una parziale lesione della sua struttura questo non vuol dire che il tendine sia completamente interrotto ma probabilmente il tendine è degenerato. Certamente i suoi dubbi potranno essere chiariti da una visita ortopedica con la quale si potrà individuare meglio il problema e certamente le potranno essere consegnate le migliori cure dei seguire il suo caso
Saluti
Dr. Giuseppe Restuccia