Utente
Buona sera Dottori,
Sono una ragazza di 27 anni: dallo scorso Novembre ho iniziato ad avvertire un lieve dolore/fastidio appena sotto la rotula sinistra, come una puntura di spillo, volendo descrivere la sensazione.
Di tanto in tanto continuavo ad avvertire questo fastidio, nelle ultime due settimane lo sento più volte, sempre in maniera lieve e nulla di invalidante, ai lati del ginocchio e appena sopra la rotula: lo sento maggiormente quando piego la gamba e contemporaneamente sento anche il ginocchio che scricchiola rumorosamente, mentre a riposo e la notte non sento nulla.
C’è da dire che ho iniziato a sentirlo maggiormente nell’ultimo periodo, a ridosso del periodo che ci ritorniamo a vivere e io ho sempre avuto una componente ipocondriaca e infatti la mia mente ha pensato al peggio.
La gamba non presenta alcun gonfiore o tumefazione e non fa male se la tocco.
Fino a Novembre praticavo allenamento funzionale in palestra, disciplina che mette sotto sforzo soprattutto le ginocchia ed non ero un’esperta, diciamo. Il fastidio lo sento anche quando seduta di fronte alla scrivania a studiare, o comunque quando sono seduta: quando cammino non lo sento solitamente

So che effettuare diagnosi a distanza è complesso e sarà mia premura effettuare un altro visita specialistica non appena si saranno calmate le acque, vorrei solo un parere e capire a grandi linee cosa potrebbe essere e come muovermi nel frattempo.


Vi ringrazio per la vostra attenzione

[#1]  
Dr. Daniele Tradati

28% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2019
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

il quadro da lei descritto sembra riferibile ad una patologia definita "sindrome dolorosa rotulea". Nella stragrande maggioranza dei casi non c'è un'alterazione anatomica evidente alla base di ciò. Un piccolo sovraccarico della cartilagine della rotula per semplificare il tutto.
Il dolore solitamente si avverte quando si scende le sale (anche quando si sale, ma più in discesa), quando si sta tanto tempo seduti (segno del cinema) e agli ultimi gradi di estensione del ginocchio (perchè la rotula entra ed esce nella troclea femorale a quei gradi di flessione).
Si focalizzi su un intenso stretching dei flessori della coscia e del quadricipite. Anche prima dell'allenamento fisico. Eviti la corsa per un breve periodo (sovraccarica la rotula) e la leg extension. Si concentri sul rinforzo in isometria del quadricipite. La patologia potrà avere delle riacutizzazioni in futuro, ma non si preoccupi, regredirà spontaneamente se seguirà nuovamente le indicazioni sopra esposte.
Potrebbe essere utile un RMN se il dolore non regredisse dopo molto tempo, al fine di escludere patologie meno frequenti.

Cordiali Saluti,
Dott. Daniele Tradati
Regalami un minuto del tuo tempo come io ho fatto con te, valuta la qualità della riposta lasciando una recensione.Il modo migliore per dire grazie