Utente
Salve, ho subito un intervento con inserimento di un chiodo in seguito a una frattura dell’ omero prossimale (facendo normali flessioni) passate 2 settimane mi risulta difficile e doloroso muovere e alzare lateralmente il braccio mentre riesco in qualche modo a stenderlo appoggiandolo al corpo, il 21/4/2020 avrei la prima visita di riabilitazione!
Medici secondo voi è normale Dato che sono solo passate 2 settimane?

È possibile rompersi l’omero facendo flessioni come sia possibile?
È possibile che ci sia stata una micro frattura che non ho sentito in quanto non causa dolore e con la botta finale l’osso si è spezzato?

Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Paolo Sailis

36% attività
16% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

la difficolta' nel muovere il braccio dopo due settimane dall'inrtervento rientra nella normalita', anche perche' la via chirurgica che consente l'introduzione del chiodo, passa attraverso strutture tendinee che quindi hanno bisogno di un tempo per recuperare la propria funzionalita'.
Riguardo alla sua domanda, e' difficile, senza veder ele radiografie e il tipo di frattura, poter rispondere al quesito, sicuramente puo' proporre la sua curiosita' all'ortopedico che l'ha operata.
Buon recupero
Dr. Paolo Sailis
paolo.sailis@gmail.com

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio infinitamente della sua risposta dottore, vorrei sapere se è consigliabile assumere integratori proteici per aiutare la rigenerazione dell’osso e del callo osseo?