Utente
Mia suocera di 86 anni affetta da Alzheimer è recentemente caduta accidentalmente e ha riportato una frattura al femore.

Per evitare di portarla al pronto soccorso, è stata eseguita una lastra domiciliare da un medico radiologo che ha rilasciato il referto.

Scrivo di seguito il referto della lastra che è stata fatta il giorno successivo: "frattura scomposta bifocale del collo femorale sinistro, con rime di frattura a livello basicervicale e in sede pertrocanterica.
Osteoporosi.
Nuovo controllo a 40 giorni".

È stata ritenuta non operabile e gli è stato consigliato il riposo a letto per 40 giorni e 1 iniezione di eparina al giorno.

Per quanto riguarda il suo stato attuale, abbiamo notato il secondo giorno un ematoma all'anca.
Inoltre, presenta dolori per i quali gli diamo una bustina di oki al giorno.
Non assume altri farmaci.

Avendo difficoltà a ricontattare l'ortopedico in tempi di COVID19, vorrei gentilmente conoscere un vostro parere medico sulla situazione, sulla terapia e sullo prognosi e possibilità di recupero della deambulazione.
E possibilmente consigli pratici per la gestione dell'allettamento.

Grazie.

[#1]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Una frattura scomposta del collo del femore non ha nessuna possibilità di guarire per cui non vi è speranza di recupero della deambulazione, e anzi può rappresentare di per sé una condizione molto rischiosa per la vita. Tenga conto che questo genere di fratture presenta caratteri di urgenza e viene operato entro 24-48 ore (sono fra i pochi interventi che vengono eseguiti anche in questo periodo, e anche in pazienti con COVID-19).
Immagino che questa decisione di non operabilità sia stata presa in un reparto di Ortopedia, per condizioni generali di salute che non conosco, per cui i familiari sono stati già informati dagli stessi sanitari circa le possibili aspettative. Se venisse confermata questa decisione è indispensabile fornirsi di un materasso antidecubito e provvedere alla vigilanza della cute per prevenire le ulcere da decubito.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it