Utente
Buongiorno.
Ho subito una grossa contusione alla coscia circa 2 mesi fa.
Subito ho avuto edema ed ematoma (aggravati dal fatto che ho un'emofilia B di tipo lieve).
In principio avevo forte dolore, anche stando immobile e riuscivo a camminare solo con uso delle stampelle.
Ora dopo due mesi la situazione è molto migliorata, cammino quasi normalmente, riesco a fare le scale in salita e discesa, ma non ho ancora recuperato tutto l'angolo di piega della gamba (faccio fatica ad andare oltre i 90/100 gradi, e, per esempio, non riesco ad andare in bicicletta per l'impossibilità appunto di piegare completamente la gamba).
È normale, nel senso che si tratta solo di aspettare altro tempo, o devo preoccuparmi e mettere in atto qualche terapia specifica per evitare danni permanenti?
Di solito al centro emofilia tendono ad escludere uso di apparecchiature tipi tecar o simili vista la patologia pregressa.

[#1]  
Dr. Francesco Chiazzolla

20% attività
16% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
AREZZO (AR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2020
Buongiorno,
Guardi normalmente quando parliamo di grosse contusioni che comportano la formazione di un vistoso ematoma, sarebbe opportuno quantificarlo con una ecografia oppure con la risonanza magnetica. Questo permette di valutare nel tempo l’evoluzione dell’ematoma e capire anche i tempi di recupero. In questo caso la su patologia allunga sensibilmente i tempi, per via del maggior stravaso ematico. Il mio consiglio per la bici è di portare il sellino più in alto possibile in modo da flettere meno possibile la gamba e di eseguire una ecografia per quantificare l’estensione dell’Edema .cordiali saluti
Dr. Francesco Chiazzolla

[#2] dopo  
Utente
Ok, grazie.

Qualche giorno dopo la contusione ho fatto eco, "esteso ematoma di 14,3 x 3,4 non rifornito in fase di riorganizzazione".

Sì in bici ho provato ed allungando la sella riesco a fare qualche giro completo.

Ma il problema è che volevo capire se posso cmq avere danni permanenti (tipo limitazione permanente al movimento completo) oppure basta solo aspettare ancora e tutto tornerà alla fase pre contusione (quindi con completa mobilità della gamba in fase di piegamento)

[#3]  
Dr. Francesco Chiazzolla

20% attività
16% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
AREZZO (AR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2020
Guardi, danni permanenti è molto difficile a averli dopo una contusione, il problema è che ho poche informazioni a disposizione per capire quanto sia esteso l'ematoma. Il mio consiglio è di non farsi prendere dal panico, aspettare e ripetere l'ecografia, magari dallo stesso medico, in modo da rivalutare l'estensione e comprendere se la situazione si sta risolvendo. cordiali saluti
Dr. Francesco Chiazzolla