Utente
Buongiorno
Ho 45 anni e più di un mese fa durante un allenamento ho avvertito un dolore nella zona interna della coscia sn.

Sono sempre stata una persona molto sportiva, sono sempre andata in palestra ma in questo periodo faccio esercizi in casa, MTB e cammino molto.

Il dolore è peggiorato, ma non mi sono mai veramente fermata dall’attività fisica.
Il sintomo più fastidioso è stato quello per cui dopo pochi passi mi di bloccava la coscia e solo dopo averla allungata potevo camminare (una volta riscaldata anche per molto tempo).
Dato che questo sintomo non passava e che in alcune posizioni avvertivo dolore pungente e con fatica riuscivo a portare la coscia al petto e ruotarla a sinistra, il mio medico mi ha prescritto una risonanza magnetica che riporta questo referto:

Artrosinovite reattiva di grado medio dell'articolazione coxo- femorale sn a maggiore estrinsecazione antero e postero- laterale, di basso grado di quella controlaterale.
A sn concomita distensione flogistica della borsa del muscolo ileopsoas.
Nei limiti le componenti osteocondrali delle teste femorali e dei cigli cotiloidei.


Aggiungo che sono in premenopausa con fibromi uterini, ultimamente ho spesso contratture a livello dei glutei e schiena più durature del solito e mia madre ha un’osteoporosi molto grave e avanzata causata sicuramente anche da una menopausa precoce (40 anni).


Negli ultimi giorni il dolore e la rigidità sono leggermente migliorati ma In questo particolare periodo non so a chi rivolgermi per essere visitata in tempi non biblici, sapere se la causa è stata solo uno sforzo eccessivo o protratto e cosa fare nel frattempo (stare completamente a riposo è una vera sofferenza per me)

Grazie mille dell’attenzione

[#1]  
Dr. Ibrahim Akkawi

36% attività
20% attualità
12% socialità
SASSO MARCONI (BO)
CASALECCHIO DI RENO (BO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Buongiorno.
Ha una infiammazione a livello del’anca dell’ileopsoas (il muscolo che passa anteriormente all’anca) dovuta probabilmente allo sforzo che ha fatto.
Si cura col riposo funzionale evitando i movimenti che causano dolore. Stretching dell’ileopsoas. Antiinfiammatori. Eventuale laserterapia ad alta potenza a livello della zona dolente. Saluti
Dr. Ibrahim Akkawi
Specialista in Ortopedia e Traumatologia
i.akkawi@libero.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille Dottore per la risposta
Quindi, se ho capito bene, posso fare attività sportiva basta che , nel farla, non senta dolore
o fastidio, giusto?
Sto eseguendo giornalmente degli esercizi di allungamento, mi sembra stia migliorando un poco.
Grazie ancora
Buona giornata

[#3]  
Dr. Ibrahim Akkawi

36% attività
20% attualità
12% socialità
SASSO MARCONI (BO)
CASALECCHIO DI RENO (BO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
Esatto.
Dr. Ibrahim Akkawi
Specialista in Ortopedia e Traumatologia
i.akkawi@libero.it