Utente
Buonasera,
Il 27 ottobre dopo una caduta accidentale da una scala (3/4 scalino su per giù) ho avuto un trauma al tallone.

Subito un forte dolore e facevo fatica ad appoggiare il piede, fuoriuscita di un edema il giorno seguente nella parte plantare del piede.

Pensando che era il trauma della caduta non sono andata a farmi vedere e ho continuato (sofferente) la mia routine... Lavoro casa ecc.

Una settimana dopo, il 03 novembre, mi reco al pronto soccorso perche il dolore non era diminuito nonostante applicassi ghiacchio e pomata sfiammatoria.

Mi effettuano una rx e poi una tac dove risulta una frattura.

Mi ingessano il piede fino al 27 novembre.
Con annesse le punture di calciparina.


La mia domanda è: io venerdì andrò alla visita al pronto soccorso dove ho in programma una radiografia di controllo, e ovviamente la rimozione del gesso.
Posso sapere cosa mi aspetta?. . . Tutore?
Ancora stampelle?
O potro riprendere la mia routine, anche quella lavorativa (sono una parrucchiera) al più presto?. . . In sintesi volevo sapere cosa succede quando mi tolgono il gesso, per calcolare i tempi di recuoero completi.

Grazie mille a chi prenderà in carico la mia risposta.

Saluti,
Elisa

[#1]  
Dr. Daniele Tradati

28% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2019
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

molto probabilmente il carico non le verrà concesso prima di due mesi dal trauma, ovviamente tutto dipende dal tipo di frattura e dalla scomposizione di frammenti nonché dal grado di coinvolgimento dell'osso adiacente. in base alla progressione della frattura le concederanno gradualmente il carico fino a riprenderlo completamente tra 3-4 mesi

Cordiali saluti,
Dott. Daniele Tradati
Regalami un minuto del tuo tempo come io ho fatto con te, valuta la qualità della riposta lasciando una recensione.Il modo migliore per dire grazie

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta, domani mattina ho la rimozione del gesso e l' Rx.
Sul referto mi hanno scritto frattura al piede, ma mentre ero in sala gessi l'ortopedico mi ha detto che dalla tac risultava una frattura... Quindi pensavo era una cosa risolvibile con questi 25 giorni di gesso..
Grazie ancora per la risposta, gentilissimo

[#3]  
Dr. Daniele Tradati

28% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2019
carissima, nel caso non si tratta del calcagno la ripresa sarebbe decisamente più breve e quindi si ridurrebbe a 40 giorni di scarico per poi graduale ripresa del carico. Purtroppo piede è un termine un po' generale e non si capisce bene quale osso sia stato coinvolto, avevo dedotto calcagno può che mi riferiva un trauma al tallone. Comunque mi tenga aggiornato sull'eventuale evoluzione della condizione locale. Una buona serata
Regalami un minuto del tuo tempo come io ho fatto con te, valuta la qualità della riposta lasciando una recensione.Il modo migliore per dire grazie

[#4] dopo  
Utente
Scusi ancora il disturbo, sisi la frattura è al tallone, di questo ne sono sicura, non so perché mi hanno scritto sul referto frattura al piede.. Comunque domani le farò sapere, grazie ancora
Buona serata

[#5] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, sul referto dell'ex di stamani c'è scritto "si conferma irregolarità corticale calcaneare sul versante peroneale sospetta per frattura composta.
Mi hanno dato 15 giorni di esercizi per riprendere la mobilità del piede e di fare poco carico usando sempre le stampelle fino al 13. Se al 13 va tutto bene deambulare liberamente, altrimenti di rifare la visita..